Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


LA NUOVA SARDEGNA - Politica: Satta fonda l’Unione popolare cristiana «Rilanciare il centro»
14.08.2009
ROMA. Antonio Satta riparte con forza sulla scena politica italiana. L’ex vicesegretario nazionale dell’Udeur, protagonista della clamorosa rottura con Clemente Mastella, costituisce nella capitale una nuova formazione politica. È l’Upc, Unione popolare cristiana. Sarà presentata in settembre a Roma. «La nostra — spiega l’ex parlamentare oggi vicepresidente della Provincia Olbia- Tempio — è una associazione autonomista e federalista presente in tutte le regioni ». Già sindaco di Padru e vicesindaco di Buddusò, Satta è stato nominato segretario politico. E, come primo atto, ha designato responsabile per l’isola Enrico Piras. «Promuoveremo la partecipazione alla vita democratica — chiarisce — Vogliamo essere una componente fondamentale per la costituzione del nuovo centro. Lavoreremo per opporci a Berlusconi, che io personalmente ho osteggiato fin dalla battaglia contro Mastella in difesa del patto di maggioranza con Prodi». All’Upc hanno aderito persone e movimenti d’ispirazione popolare e cristiana «per creare una grande componente omogenea fonte di unità». Il presidente è l’ex parlamentare Gian Franco Saraca, ingegnere, anche lui ex parlamentare. Il timone dell’iniziativa è comunque saldo tra le mani del navigato politico gallurese. Sessantotto anni, da 45 in lizza, sin da quando nel 1964 mosse i suoi primi passi nelle aule consiliari tra Padru e Buddusò, Satta ha un lungo curriculum. In passato è stato consigliere provinciale per la Dc a Sassari. E, dal 1984 all’89, segretario dello scudocrociato nel Nord Sardegna all’epoca dei basisti di Nino Giagu. Oltre che consigliere e assessore regionale nelle Giunte Floris e Cabras. Poi, per 10 anni, ha ricoperto la carica di presidente del Consorzio industriale di Olbia. L’ex vicesegretario dell’Udeur è adesso convinto che la politica nazionale abbia bisogno di una svolta. «Soprattutto dopo il tradimento di Mastella che ha consentito l’instaurazione del governo di centrodestra — sostiene Satta, con estrema convinzione, concludendo le sue argomentazioni — — È infatti arrivato davvero il momento di lavorare per un’efficace alternativa a Berlusconi». (pgp)

Scarica l'articolo in formato Pdf
Condividi su:
Condividi su Delicious
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Yahoo bookmarks
Condividi su diggita
Condividi su Segnalo Alice
Condividi su Reddit
Condividi su Technorati
Condividi su My Space
Condividi su Digg
Condividi su Google Bookmarks
Condividi su Linkedin
Condividi su Virgilio Notizie
contattaci
© 2014 Regione Autonoma della Sardegna