Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


LA NUOVA SARDEGNA - Cultura e istruzione : Beni culturali, i precari sono per la Fondazione
05.06.2012
l Comitato “Nessuno a Casa” è un organismo sorto spontaneamente tra le fila degli operatori dei Beni Culturali della Sardegna. Gestiscono musei, siti archeologici e ambientali, archivi e biblioteche e svolgono, da precari, il proprio lavoro attraverso visite guidate, custodia, manutenzione e valorizzazione dei siti. Lottano da anni per il riconoscimento del loro ruolo, così determinante e importante ma minacciato dalla precarietà. Da circa trent'anni ad oggi gli operatori hanno permesso al vasto pubblico di visitatori di fruire i Beni Culturali. Dal 1984, infatti, sono stati approvati e finanziati dalla Regione numerosi progetti che danno lavoro a molte centinaia di persone: archeologi, antropologi, laureati in lettere, in lingue, guide turistiche, operatori culturali, bibliotecari e archivisti che, più volte, si sono aggiornati e riqualificati attraverso corsi di formazione regionali e non. Fin dal 1984 la Regione Sardegna ha puntato sulla valorizzazione e conservazione del proprio patrimonio culturale considerandolo fondamentale nello sviluppo socio economico dell'Isola ed ha ritenuto quest'inestimabile patrimonio perno dello sviluppo culturale. In tal senso è primario il ruolo svolto dagli operatori dei Beni Culturali che da professionisti hanno investito la propria formazione nel proprio territorio. Vorremmo che agli attuali occupati fossero riconosciuti la professionalità e l'impegno nell'aver ricoperto un ruolo spettante alle Istituzioni, grazie alla tenacia e alla caparbietà di restare legati ad un lavoro così denso di preoccupazioni, ma anche di grande fascino. Il buon funzionamento di un settore strategico, quale quello dei Beni Culturali esige programmazione, controllo e supervisione diretta dell'Ente Regionale al fine di ricondurre le singole iniziative a visione d'insieme, analogamente ad altri settori rilevanti (vedi agricoltura, acqua ecc.). Il succedersi delle Amministrazioni Locali, invece, oltre a non garantire tale organicità, ha messo e mette a rischio i lavoratori che sono soggetti alle simpatie o antipatie degli amministratori di turno. Da sempre il miglioramento del livello culturale porta a un miglioramento sociale ed economico delle comunità. Perciò le risorse regionali investite in questo settore devono essere considerate fondamentali in un'ottica dì sviluppo culturale e socio economico in generale, sia locale sia regionale. Oggi esiste finalmente uno strumento, una proposta di legge, condivisa da maggioranza e opposizione, nata dalla sintesi di tre proposte. Si tratta del testo unificato approvato il 13 marzo 2012 dall'VIII Commissione Regionale, che prevede l'istituzione di una Fondazione Regionale per i Beni Culturali. Al momento è l'unico strumento che sia mai stato prodotto da quando esistono le gestioni dei Beni Culturali in Sardegna. È stato fortemente voluto, seguito nel suo nascere e caldeggiato dagli operatori del settore riuniti nel Comitato “Nessuno a Casa”. È importantissimo che la proposta approdi quanto prima in Consiglio per essere discussa e, dove necessario, emendata e approvata. All'approvazione di tale legge è subordinata la proroga del finanziamento regionale per le gestioni. Se non ci dovesse essere la proroga, infatti, dal Primo gennaio 2013 tutti i beni culturali non saranno più gestiti e fruibili perché gli operatori del settore torneranno a casa costretti ad abbandonare ad un triste destino i luoghi della cultura e a gettare al vento tutti gli anni di impegno in cui avevano coltivato il sogno di lavorare nella propria terra e di portarla oltre i confini dell'Isola. Comitato “Nessuno a Casa” Operatori Beni Culturali Sardegna

Scarica l'articolo in formato Pdf
Condividi su:
Condividi su Delicious
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Yahoo bookmarks
Condividi su diggita
Condividi su Segnalo Alice
Condividi su Reddit
Condividi su Technorati
Condividi su My Space
Condividi su Digg
Condividi su Google Bookmarks
Condividi su Linkedin
Condividi su Virgilio Notizie
contattaci
Creative Commons License 2020 Regione Autonoma della Sardegna