Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


LA NUOVA SARDEGNA - Trasporti e infrastrutture: Catene, l’Anas non cede al pressing della Regione
05.12.2012
Resta in vigore, per ora, l’ordinanza dell’Anas che prevede l’obbligo di catene a bordo o l’utilizzo di pneumatici invernali su alcuni tratti della statale 131 tra Nuoro e Sassari, contestato provvedimento in vigore dal primo dicembre al 15 marzo prossimo. Dalla riunione di ieri in Regione, sollecitata da Confindustria dopo le polemiche di questi giorni, è emerso però uno spiraglio per un possibile ritiro dell’ordinanza: domani a mezzogiorno nell’ex sala giunta di viale Trento ci sarà un nuovo incontro a cui parteciperanno anche le prefetture e la polizia stradale. Al tavolo odierno erano presenti, oltre ai rappresentanti degli industriali, gli assessori Angela Nonnis (Lavori pubblici) e Christian Solinas (Traporti), il capo del compartimento Sardegna dell’Anas, Oriele Faglioli, e la Protezione civile. La Nonnis ha chiesto il ritiro dell’ordinanza che però la società non intende fare prima di coinvolgere tutti gli interessati. L’ente stradale ha ribadito che il provvedimento è stato emanato in attuazione delle norme che hanno modificato alcune disposizioni del Codice della strada. Tuttavia, il clima in Sardegna non sarebbe così rigido da giustificare una simile prescrizione. Secondo i dati della stazione Arpas di Macomer-Campeda i giorni in cui – nel tratto stradale in cui vige l’obbligo di catene – la temperatura è stata uguale o pari allo zero da dicembre a marzo sono stati pochi: 18 tra gennaio e marzo del 2012, 24 nel 2011 e 26 nel 2010. L’assessore Nonnis ha anche chiesto all’Anas un maggiore coordinamento con le istituzioni regionali in occasione di decisioni che incidono sulla vita dei cittadini e delle imprese. Il presidente di Confindustria Sardegna, Alberto Scanu, aveva già bocciato il provvedimento definendolo «insensato ed eccessivo per le condizioni atmosferiche che storicamente caratterizzano la nostra Regione». L’ordinanza che secondo la Nonnis «l’Anas si è detta disponibile a modificare» prevede l’obbligo di catene da neve a bordo o gomme termiche per tutti i veicoli in transito sul tratto della strada statale 131 Carlo Felice dal km 137 al km 149, all’altezza dell’altopiano di Campeda. «Pretendiamo dall’Anas maggior coordinamento con la Regione», ha detto Nonnis, sollecitando un’applicazione delle norme meno rigida, «soprattutto in casi come questo, in cui si tratta di emanare disposizioni generali con ricadute dirette sugli automobilisti. Avremmo voluto saperlo prima». All’Anas è stato chiesto di revocare l’ordinanza e di modificarne l’applicazione in base ai reali rischi meteorologici e di incrementare l’informazione diretta agli automobilisti attraverso l’utilizzo di pannelli elettronici collegati a centraline di rilevazione delle condizioni atmosferiche.

Scarica l'articolo in formato Pdf
Condividi su:
Condividi su Delicious
Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Condividi su Yahoo bookmarks
Condividi su diggita
Condividi su Segnalo Alice
Condividi su Reddit
Condividi su Technorati
Condividi su My Space
Condividi su Digg
Condividi su Google Bookmarks
Condividi su Linkedin
Condividi su Virgilio Notizie
contattaci
Creative Commons License 2019 Regione Autonoma della Sardegna