L'ALTRA STAGIONE
Comuni del carnevale
11-20 di 43 Comuni del carnevale
Gavoi
“Sos Tamburinos” sono l’anima e l’essenza del giovedì grasso gavoese
Ghilarza
“Su Carruzu a s'antiga” e "Sa cursa a sa pudda"
Laconi
Su Corongiaiu, il pastore ( il nome deriva dal toponimo Coròngiu, antico rione del paese che in passato era abitato dai pastori) svolge nella rappresentazione il ruolo dominante di guida
Lodè
L'abbigliamento de “Sas Mascheras Nettas” è composto da "sa kamisa", "sas kalzas biancas" e "sa berritta" (camicia, calze bianche e copricapo), elementi propri del costume maschile e da "su kuritu", "su zakru" e "su mukkatore" (corsetto e fazzoletto) caratteristici invece dell'abbigliamento femminile
Lodine
Il Carnevale di Lodine si svolge il Mercoledì delle Ceneri (Merhulis de Lessia) e il protagonista del Carnevale è un fantoccio con una maschera di legno, scolpita da un artista locale, avente le fattezze o di un personaggio della comunità o nazionale o internazionale distintosi negativamente agli occhi della comunità
Lula
“Su Battiledhu” è la figura principale del carnevale di Lula
Macomer
“Currere a puddas” è l'antica espressione del carnevale macomerese
Mamoiada
Tra le maschere della tradizione, una tra le più rilevanti per le sue reminiscenze arcaiche, è quella dei “Mamuthones” e degli “Issohadores”
Neoneli
Il carnevale tradizionale di Neoneli è caratterizzato dalla presenza di tre maschere principali
Nuoro
Da vari anni si tiene un raduno di maschere tradizionali che provengono da tutta l’isola

11-20 di 43 Comuni del carnevale
© 2020 Regione Autonoma della Sardegna