Stemma Regione Sardegna


Contributi per diversificare le attivita' agricole

Ultimo aggiornamento:

Dove rivolgersi:
Servizi territoriali di Argea Sardegna


Assessorato dell'agricoltura e riforma agro-pastorale
Servizio sviluppo locale
Via Pessagno n. 4 - 09126 Cagliari
Tel:070/6066232 Fax:070/6066437
Email:agr.sviluppolocale@regione.sardegna.it
Referente:
Sig.ra Claudia Picci
Tel:070/6066355


Per informazioni ed accesso agli atti
Ufficio Relazioni con il Pubblico dell'Agricoltura e Riforma Agro-Pastorale
Via Pessagno n. 4 - 09126 Cagliari
Tel:070/6067034 Fax:070/6066286
Email:agr.urp@regione.sardegna.it
Giorni e orario di ricevimento: dal lunedì al venerdì dalle 11 alle 13, il pomeriggio lunedì e mercoledì dalle 16 alle 17


Destinatari:
Componenti della famiglia agricola in forma singola o associata. Sono considerati componenti della famiglia agricola: - coniugi; - figli (parenti 1° grado) e i rispettivi coniugi; - nipoti figli di figli (parenti 2° grado). Per imprenditori singoli si intendono: - gli imprenditori agricoli; - i coltivatore diretti del fondo che rientrano nella categoria dei piccoli imprenditori e sono iscritti all’Inps nei relativi ruoli previdenziali; - gli imprenditori agricoli professionali (IAP) iscritti all’albo provinciale. Per società (di persone, di capitali, cooperative) si intendono: - società che svolgono attività agricola; - società agricole. Le società possono essere costituite: 1. dai coniugi; 2. da uno od entrambi i coniugi e i parenti in linea retta entro il 2° grado (figli e/o nipoti figli di figli); 3. da fratelli e/o sorelle; 4. da due o più fratelli e/o sorelle e i rispettivi coniugi e/o parenti in linea retta entro il 1° grado (figli). L'applicazione del nuovo criterio è soggetta alla condizione sospensiva dell'approvazione da parte del Comitato di sorveglianza (CdS) del PSR 2007/2013, pertanto le domande di aiuto presentate dalle società di fratelli e/o sorelle e loro familiari potranno essere finanziate solo a seguito dell'avvenuta approvazione.
Termini di presentazione:
La domanda di aiuto deve essere compilata e trasmessa/rilasciata per via telematica utilizzando il sistema informativo agricolo nazionale, disponibile all’indirizzo www.sian.it, entro il 18 ottobre 2011. I soggetti abilitati sono: - i CAA, che hanno ricevuto dai richiedenti un mandato scritto mediante apposito modulo; - i liberi professionisti, previa richiesta delle credenziali di accesso al Sian. La documentazione cartacea deve pervenire entro le ore 13 del 2 novembre 2011.
Requisiti:
- iscrizione nel registro delle imprese della C.C.I.A.A. nelle sezioni speciali riservate alle imprese agricole; - disponibilità giuridica dei beni immobili nei quali si intendono effettuare gli investimenti per un periodo non inferiore a 10 anni a partire dalla presentazione della domanda d'aiuto; - presentare progetti che rispettino le caratteristiche strutturali e architettoniche tipiche della zona e dell’ambiente rurale con l'utilizzo dei materiali, delle forme e delle tecniche costruttive delle tradizioni locali, evitando cromatismi incompatibili con il paesaggio circostante; - in caso di impresa agrituristica esistente, iscrizione all’elenco regionale degli operatori agrituristici. Il beneficiario deve garantire il possesso dei requisiti per almeno 5 anni dalla data di concessione dell'aiuto. Coloro che intendono presentare domanda di aiuto hanno l'obbligo di costituire/aggiornare il fascicolo aziendale. Il fascicolo aziendale è l'insieme dei documenti e delle informazioni che riepilogano la situazione aziendale e deve essere costituito utilizzando le procedure informatiche del portale del Sian.
Documentazione:
La domanda trasmessa per via telematica deve essere stampata, firmata dal richiedente e inviata all'Ufficio territoriale competente di Argea, completa della seguente documentazione: 1) copia di un valido documento di identità del richiedente; 2) nel caso di domande presentate da società o cooperative deve essere allegata la deliberazione dell'organo sociale competente di autorizzazione per il rappresentante legale a richiedere e riscuotere il finanziamento. Nel plico deve essere riportata la dicitura "PSR Sardegna 2007-2013 – Misura 311", il CUAA e il numero di domanda assegnato dal Sian. PRESENTAZIONE DEI PROGETTI I richiedenti, le cui domande risultino ammissibili e finanziabili, dovranno presentare il progetto al competente Servizio territoriale di Argea entro 60 giorni dalla data di pubblicazione sul Buras della graduatoria. Il progetto è composto da: Elaborati tecnici - relazione tecnico-economica; - cronoprogramma con indicazione dei tempi di realizzazione degli interventi; - cartografia; - computo metrico. In chiusura del computo metrico dovrà essere inserita una tabella di riepilogo (allegato F); - disegni delle opere e degli impianti. Il progetto deve essere redatto da un tecnico libero professionista, allo scopo abilitato e iscritto al rispettivo ordine/collegio professionale. Tutti gli elaborati tecnici, da prodursi in due copie, devono essere datati e firmati dal committente e dal tecnico progettista il quale dovrà apporre il proprio timbro professionale. Documentazione amministrativa - preventivi; - eventuale altra documentazione necessaria. Nel caso di progetto presentato da società o cooperative è necessario allegare la deliberazione di approvazione del progetto da parte dell'organo sociale competente (Assemblea dei soci, Consiglio di amministrazione). Per le domande presentate dalle aziende strutturalmente ed economicamente più deboli (che ricadono nelle aree classificate B), devono essere allegati: - l'allegato C - tabella di calcolo UDE; - l'allegato D - tabella di calcolo RLS ad ettaro_capo, nel caso di aziende con colture o allevamenti per le quali manca il corrispettivo valore del reddito standard lordo ad ettaro o a capo. Per gli investimenti da realizzarsi su beni immobili non di proprietà del richiedente deve essere allegata l’autorizzazione del proprietario alla realizzazione degli interventi, con allegata copia del documento di identità valido. L’autorizzazione dovrà essere prodotta anche nei casi di comproprietà o comunione dei beni (allegato I). Nel caso l’autorizzazione ad eseguire miglioramenti fondiari sia già presente nel contratto, al posto dell’autorizzazione potrà essere prodotta copia del contratto. Nel caso di progetto cantierabile, devono essere allegate tutte le autorizzazioni necessarie per l'avvio dei lavori. Tutti i documenti amministrativi, allegati in unica copia al progetto, sono esenti da bollo.


Modulistica:
Scarica la modulistica allegata al bando
Modalità o descrizione:
L'Assessorato regionale dell'Agricoltura ha pubblicato il bando di attuazione dell'azione 1 della misura 311 del Programma di sviluppo rurale diretta alla riqualificazione delle strutture agrituristiche esistenti, alla creazione di nuove strutture agrituristiche e/o alla sistemazione di aree aziendali, anche realizzando attività di agricampeggio. L'aiuto concesso è un contributo a fondo perduto pari al 50% dell'investimento ammesso. La restante parte, non coperta dal finanziamento pubblico, è a totale carico del beneficiario. Il sostegno è calcolato secondo la normativa degli aiuti di importanza minore "de minimis" pertanto, l'importo massimo del contributo concedibile è di 200mila euro per beneficiario. L'Assessorato regionale dell'Agricoltura è responsabile delle fasi di programmazione, coordinamento, monitoraggio e valutazione. L'Agenzia Argea Sardegna è responsabile delle attività di ricevimento, presa in carico e istruttoria delle domande di aiuto e pagamento. Verificata la ricevibilità e l'ammissibilità delle domande presentate, Argea predisporrà la graduatoria unica regionale. A seguito della concessione del finanziamento, i beneficiari potranno presentare le domande di pagamento dell'anticipazione e quelle per il rimborso delle spese sostenute. La domanda di anticipazione può essere presentata fino a tre mesi prima del termine stabilito per l'ultimazione dei lavori. L'erogazione delle risorse finanziarie ai beneficiari (anticipazioni, pagamento SAL, saldo finale) è di competenza dell'organismo pagatore nazionale Agea.


Normativa di Riferimento:
- Consulta la pagina del bando, la graduatoria e l'avviso di scorrimento della graduatoria
- Visita lo speciale del Programma di sviluppo rurale
- Normativa fascicolo aziendale - [file .zip]
Note:
Nel caso di investimenti di costo complessivo superiore a euro 50mila euro, il beneficiario del contributo deve affiggere una targa informativa (o adesivo ben visibile, in caso di beni mobili) contenente i seguenti elementi: - descrizione sintetica del progetto; - bandiera europea corredata di una spiegazione del ruolo della Comunità mediante la seguente dicitura: «Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale: l'Europa investe nelle zone rurali».

© 2013  Regione Autonoma della Sardegna