Misura 121 - Ammodernamento Aziende Agricole

Motivazioni e logica dell’intervento
L’analisi dell’agricoltura Sarda in termini di punti di forza e di debolezza ha evidenziato la necessità di migliorare il rendimento economico e ottimizzare gli impieghi di lavoro nelle aziende agricole attraverso investimenti di diversificazione, differenziazione e innovazione produttiva, orientamento al mercato e miglioramento delle condizioni di produzione e di allevamento. D’altro lato, la fragilità del territorio sardo richiede investimenti di prevenzione degli impatti negativi delle attività agricole sulle risorse naturali con particolare riguardo al risparmio energetico e idrico, allo sviluppo delle energie rinnovabili, alla prevenzione degli inquinamenti e alla tutela del suolo.

Obiettivi della misura
La Misura 121 è direttamente finalizzata all’obiettivo specifico dell’Asse 1 di “Valorizzazione dei prodotti agricoli attraverso l'aggregazione delle produzioni e dell'offerta e il miglioramento dei processi produttivi, salvaguardando nel contempo le risorse naturali, il paesaggio e il tessuto socio-economico delle zone rurali” concorrendo anche (effetto indiretto) agli obiettivi specifici di “Rispettare i requisiti prescritti dalla normativa comunitaria”, “Accrescere la produzione agricola tutelata da sistemi comunitari e nazionali di qualità alimentare” e di “Facilitare l'insediamento di giovani in agricoltura”.

Ambito Territoriale
Intero Territorio Regionale

Beneficiari
Imprese agricole, singole o associate (cooperative, consorzi di cooperative, società agricole ex art.2 del d.lgs. 99/2004) regolarmente iscritte nel registro delle imprese agricole della C.C.I.A.A.

Tipologia dell’aiuto
La Misura prevede l’erogazione di contributi per la realizzazione di investimenti materiali e immateriali necessari al miglioramento del rendimento globale delle aziende agricole. I settori di produzione ammissibili all’aiuto sono i seguenti: bovino da latte e da carne, ovicaprino, suino, avicunicolo, cerealicolo, ortofrutta, floro vivaismo, vitivinicolo, olivicolo, piante aromatiche e officinali, apicoltura, comparti minori (colture oleoproteaginose; colture foraggere; colture sementiere; allevamento selvaggina; elicicoltura).

Intensità massima dell’aiuto
L'intensità massima degli aiuti è basata sulla zonizzazione e sul dato anagrafico secondo quanto segue:
• Zona non svantaggiata 40%
• Zona svantaggiata 50%
• Zona non svantaggiata giovani agricoltori 50%
• Zona svantaggiata giovani agricoltori 60%
Il volume massimo di investimento ammissibile per azienda per l’intera durata del PSR, è fissato in 800.000 Euro, ad eccezione delle imprese agricole che risultano prevalentemente orientate verso la trasformazione e la commercializzazione per le quali il massimale è pari a 1.500.000 Euro.

Finanziamento
Spesa Pubblica € 101.966.233
di cui FEASR € 45.682.028

Contatti
Servizio Strutture

Responsabile Claudio Saba
Tel. 0706066257 fax 070 6066257 
e-mail: csaba@regione.sardegna.it

Referente Francesco Putzolu
Tel. 0706066426 fax  070 6066257
e-mail: fputzolu@regione.sardegna.it

 

Ambito territoriale: