Misura 122 - Migliore valorizzazione economica delle foreste

Motivazione e logica dell’intervento
Secondo l’analisi di contesto operata nel Piano Forestale Ambientale Regionale (PFAR), il quadro regionale mostra un livello scadente nell’adozione dei tradizionali strumenti di pianificazione su scala aziendale (piani assestamentali), rimanendo infatti sprovvisti di piani approvati non meno di 300’000 ettari di bosco in senso stretto, facenti capo sia alla proprietà privata che a quella pubblica.

L’assenza di gestione pianificata implica episodicità nelle scelte selvicolturali e rappresenta un fattore di criticità per gli effetti negativi che comporta in termini di utilizzo sostenibile delle foreste e rispetto alla competitività delle produzioni del comparto. All’assenza di strumenti attuativi di gestione si accompagna una sostanziale arretratezza del sistema infrastrutturale e organizzativo del comparto forestale privato, fino ad oggi incapace di innescare un riordino del settore all’insegna della promozione dell’associazionismo di imprenditori e proprietari.

La Misura è divisa in tre azioni:
Azione 122.1 Recupero e valorizzazione economico-produttiva delle sugherete esistenti
Azione 122.2 Recupero della gestione produttiva del ceduo mediterraneo
Azione 122.3 Valorizzazione economica di altre filiere di pregio

Obiettivi della Misura
La Misura 122 è finalizzata all’obiettivo specifico dell’Asse 1 di “Valorizzazione a fini economico-produttivi delle formazioni forestali esistenti e modernizzazione delle imprese forestali, salvaguardando nel contempo le risorse naturali, il paesaggio e il tessuto socio-economico delle zone rurali”.

Ambito territoriale
La Misura si applica all'intero territorio forestale regionale dei contesti a potenzialità produttiva costituito da sistemi a prevalenza di sughera, formazioni autoctone governate a ceduo, formazioni forestali castanicole.

Beneficiari
Il sostegno in oggetto è concesso ai detentori proprietari o affittuari privati o associati, Comuni singoli o loro associazioni, imprese agricole, singole o associate. Sono escluse dall'aiuto le foreste di proprietà di Stato, Chiesa e Regione.

Tipologia dell’aiuto
La Misura 122 intende valorizzare, attraverso un contributo in conto capitale, le foreste come risorsa economica attraverso l'avvio della gestione pianificata dei sistemi forestali produttivi, attraverso la redazione di piani di gestione, promuovere l'ammodernamento e l'innovazione delle imprese forestali, migliorando gli standard di sicurezza sul lavoro e innovando la struttura produttiva di settore incentivando forme d'integrazione, cooperazione e associazionismo dei produttori forestali.

Intensità massima dell'aiuto
Zone non svantaggiate 50%
Zone svantaggiate e Zone Natura 2000 60%

Finanziamento
Totale finanziamento pubblico € 21.600.000
di cui FEASR € 9.504.000

Contatti 
Servizio Strutture

Responsabile Claudio Saba 
Tel. 0706066257 fax 070 6066257 
e-mail: csaba@regione.sardegna.it

Referente Francesco Putzolu 
Tel. 0706066426 fax  070 6066257 
e-mail: fputzolu@regione.sardegna.it

Ambito territoriale: