Misura 124 - Cooperazione per lo sviluppo di nuovi prodotti, processi e tecnologie nei settori agricolo e alimentare, nonché in quello forestale

Motivazione e logica dell’intervento
Nonostante lo sviluppo di un sistema di infrastrutture avanzate e servizi per l’innovazione e lo sviluppo della ricerca, con aree di specializzazione nelle biotecnologie e in particolare nei settori delle produzioni agro-industriali, dell’ambiente e della biodiversità, la Sardegna presenta un indice sintetico (EIS) dell’attività innovativa (0,98) molto inferiore a quello dell’UE (3,08).

La scarsa propensione all’innovazione e di conseguenza il ritardo accumulato nella capacità competitiva di diversificazione produttiva e adeguamento tecnologico e organizzativo al mercato necessitano di essere recuperati, anche attraverso interventi mirati ad accrescere il grado di trasferimento ed applicazione alle imprese agricole, alimentari e forestali delle conoscenze e dell’innovazione derivanti dalle attività di ricerca.

Obiettivi della Misura
La Misura 124, in relazione alle problematiche dei settori agricolo e alimentare e forestale, risponde agli obiettivi specifici dell’Asse 1 di “Valorizzazione dei prodotti agricoli attraverso l’aggregazione delle produzioni e dell’offerta e il miglioramento dei processi produttivi, salvaguardando nel contempo le risorse naturali, il paesaggio e il tessuto socio-economico delle zone rurali” e di “Valorizzazione a fini economico-produttivi delle formazioni forestali esistenti e modernizzazione delle imprese forestali, salvaguardando nel contempo le risorse naturali, il paesaggio e il tessuto socio-economico delle zone rurali”.

Ambito e azioni
La Misura si applica sull’intero territorio regionale.

Tipologia dell’aiuto
La Misura contribuisce ai costi sostenuti per la cooperazione tra produttori primari e imprese di trasformazione, nell’ambito dei settori interessati, e per lo sviluppo sperimentale di nuovi prodotti, processi e tecnologie, compresi gli studi di fattibilità tecnica preliminari alle attività di sviluppo sperimentale.

Beneficiari
Aziende agricole e PMI che svolgono attività di produzione e/o commercializzazione e/o trasformazione dei prodotti agricoli di cui all'Allegato I del Trattato –(esclusi i prodotti della pesca) a condizione che siano coinvolte, in modo esplicito, le aziende agricole. PMI di utilizzazione boschiva e di prima utilizzazione del legno e imprese di seconda utilizzazione del legno a condizione che siano coinvolte, in modo esplicito, le imprese di utilizzazione boschiva e di prima utilizzazione del legno (compreso il sughero).

Oltre a riguardare gli operatori della filiera agroalimentare e forestale, i progetti di cooperazione dovranno coinvolgere organismi pubblici e/o privati che operano nel campo della ricerca e sperimentazione precompetitiva. Per accedere alla Misura più soggetti della filiera devono essere obbligatoriamente riuniti sotto forma
di Associazione/Raggruppamento Temporaneo di Imprese (ATI/RTI/ATS), di consorzi o società consortili o in altre forme di raggruppamenti formalizzati giuridicamente ed avere stipulato un regolare contratto finalizzato alla realizzazione di uno specifico progetto di cooperazione.

Intensità massima dell'aiuto
I progetti che fruiscono dell'aiuto ai sensi della presente Misura possono avere un importo massimo di spesa ammissibile di €400.000,00.
Il contributo è concesso in conto capitale calcolato su una spesa massima ammissibile.
L'intensità dell'aiuto è fissata nel 100% della spesa ammissibile.

Finanziamento
Finanziamento pubblico € 6.750.000
di cui FEASR € 2.970.000

Contatti
Servizio Politiche di Mercato e Qualità

Referente Carmen Ancilletta
Tel.  0706066487 fax 0706066387
e-mail:  cancilletta@regione.sardegna.it

Referente M.Ottavia Panzeri
Tel. 0706066493 fax 0706066387
e-mail: mpanzeri@regione.sardegna.it

Ambito territoriale: