CLLD-Leader

MISURA 19 - Sostegno allo sviluppo locale LEADER

(CLLD – community led local development)

BANDO PER LA SELEZIONE DEI GAL E DELLE STRATEGIE DI SVILUPPO LOCALE

DI TIPO PARTECIPATIVO

Lo sviluppo locale di tipo partecipativo (CLLD) è uno strumento normato dai regolamenti europei (Reg. (UE) n. 1303/2013, artt. da 32 a 35; Reg. (UE) n. 1305/2013, artt. da 42 a 44) per il perseguimento di strategie di sviluppo locale integrato su scala sub-regionale, elaborate dagli attori pubblici e privati dei territori rurali interessati.

In Sardegna lo sviluppo locale di tipo partecipativo è :

  • concentrato sui territori classificati C e D, caratterizzati da rilevante calo demografico, da frammentazione amministrativa, da carenza di servizi e da fragilità del sistema produttivo. Tali territori comprendono i 281 comuni della zonizzazione LEADER 2007-2013 più ulteriori 11 comuni;
  • gestito da Gruppi di Azione Locale (GAL) con una popolazione compresa tra i 15.000 e i 100.000 abitanti, composti da un partenariato pubblico privato, dotati di una struttura tecnica adeguata e costituiti in una forma giuridica atta a garantire la partecipazione democratica e dal basso del territorio. A livello decisionale almeno il 50% deve essere rappresentato da portatori di interessi socio-economici locali privati. Nessun singolo gruppo di interesse può rappresentare più del 49% degli aventi diritto al voto;
  • attuato attraverso strategie territoriali di sviluppo locale integrate e multisettoriali;
  • concepito tenendo conto dei bisogni e delle potenzialità locali, compresi elementi innovativi nel contesto locale, attività di creazione di reti e di cooperazione.

Lo sviluppo locale LEADER – CLLD ha il compito di sostenere le strategie di sviluppo locale attraverso il coinvolgimento e la partecipazione attiva del partenariato locale pubblico e privato, la programmazione dal basso verso l’alto (bottom-up), la progettazione integrata territoriale e l’integrazione multisettoriale degli interventi, la cooperazione fra territori rurali, la messa in rete dei partenariati locali.

La misura 19 del Piano di Sviluppo Rurale dedicata al sostegno allo sviluppo locale LEADER si articola nelle seguenti sotto-misure:

19.1 – Sostegno alla preparazione della Strategia di Sviluppo Locale

19.2 -  Sostegno per l’esecuzione delle operazioni nell’ambito della strategia di sviluppo locale di tipo partecipativo

19.3 – Preparazione e realizzazione delle attività di cooperazione dei Gruppi di Azione Locale

19.4 – Sostegno per i costi di esercizio e per l’animazione.

Con il presente bando la Regione Sardegna avvia la procedura di selezione dei GAL e delle strategie di sviluppo locale di tipo partecipativo.

Il procedimento di selezione è suddiviso in due fasi: una prima fase a sportello di verifica preliminare dei criteri di ammissibilità dei GAL e/o dei partenariati attraverso la definizione dei territori e delle compagini partenariali che si concluderà il 30  giugno 2016.

Una seconda fase, anch’essa a sportello, in seguito al superamento della prima fase, dà diritto ai soggetti proponenti di elaborare i PdA e si concluderà il 28 settembre 2016.

A conclusione delle procedure di selezione saranno sovvenzionati i Piani di Azione (PdA) che oltre a superare la soglia di 60 punti su 100 si attesteranno tra i primi 15.

Nel caso in cui si presentassero più di 15 GAL, saranno esclusi quelli che avranno raggiunto il punteggio più basso. In caso di parità di punteggio verrà tenuto in considerazione il numero dei Comuni eleggibili appartenenti al GAL, selezionando l’aggregazione più numerosa.

Consulta i documenti: