Distretto Rurale BMG

Indirizzo: Via Bulgaria, snc - 08038 Sorgono (NU)

Tel: 0784 1898040

Sito: www.galbmgs.it

Email: info@galbmgs.it

Contatto: Olimpio Marcello (Presidente)

                   Paola Locci (Direttore GAL)

Il gruppo di azione locale

Il GAL, costituito nel 2009, è una Fondazione di partecipazione composta da 198 soci (22 pubblici e 176 privati), rappresentativi delle principali componenti istituzionali, economiche e sociali del territorio.

Il GAL ha partecipato alla precedente esperienza di programmazione comunitaria 2007-2013, Leader-Asse IV.

 

Il territorio

Il territorio, prevalentemente montano, è caratterizzato interamente da aree con problemi complessivi di sviluppo (19 Comuni).

Area di intervento: 854,22 km2 (il 4% della superficie regionale) dei quali 228,97 (26,8%) ricadono in parchi nazionali o regionali.

25.431 abitanti (il 2% della popolazione regionale)

19 comuni coinvolti (il 5% della regione) dei quali:

•      11 sono comuni montani e 8 collinari

•      Il 42% dei comuni (8) sono “Piccoli comuni” fino a 1000 ab.

•      19 Comuni rientrano nella strategia “Aree Interne” – ossia significativamente distanti dai principali centri di offerta di servizi essenziali (istruzione, salute e mobilità)

Uso del suolo nell’area del GAL:

•      59,6% superficie forestale

•      26,9% superficie agricola (pascoli, seminativi, coltivazioni permanenti)

•      3,2% aree artificiali (edificate, industriali, infrastrutture, etc)

10,3% altra superficie

 

La Strategia di Sviluppo Locale: il Piano di Azione del GAL BMG

I principali ambiti tematici e di intervento individuati dal GAL per la definizione della propria SSL sono:

  • Sviluppo e innovazione delle filiere e dei sistemi produttivi locali
  • Turismo sostenibile

Una quota significativa delle risorse pubbliche, circa il 79% sono destinate alle azioni per lo sviluppo locale, fra le quali assume una particolare importanza il sostegno a investimenti nella creazione e nello sviluppo di attività extra-agricole (misura 19.2 Strategie di Sviluppo Locale).

Il 6% delle risorse sono riservate alla realizzazione di progetti di cooperazione (misura 19.3 Cooperazione Leader).

Il restante 15% viene utilizzato per la gestione del Piano di Azione e la realizzazione di azioni di animazione, comunicazione e accompagnamento a livello locale per gli attori pubblici e privati, le imprese, gli enti locali e la popolazione (misura 19.4 Costi di esercizio e di animazione).

Consulta i documenti: 
Comuni: