GAL Terre Shardana

Indirizzo: Loc. Losa S.S. 131 km 124
città: Abbasanta (OR) cap: 09071
tel: 0785/896401 fax: 0785/890298

l Gruppo di Azione Locale
Il GAL, costituito nel 2009, è una Società Consortile a responsabilità limitata, ha l'obiettivo di promuovere e realizzare con i propri soci ed anche in sinergia con Enti Locali, Regionali, Nazionali e Sovranazionali, Università, Centri o Istituti di Ricerca e Consulenza, programmi di sviluppo locale in coerenza con i piani di sviluppo regionale e nazionale. Il GAL Terre Shardana concorre a perseguire reti relazionali e nuove forme di governance locale finalizzate al riconoscimento per il territorio di "Distretto rurale sostenibile", nel rispetto della legislazione nazionale e regionale in materia.

Il territorio
Popolazione: 84.201 ab.
Superficie: 2.005,07 km2
Densità: 42 ab./km2
Province interessate: Oristano
Comuni: Abbasanta, Aidomaggiore, Allai, Ardauli, Baratili San Pietro, Bauladu, Bidonì, Bonarcado, Boroneddu, Bosa, Busachi, Cabras, Cuglieri, Flussio, Fordongianus, Ghilarza, Magomadas, Milis, Modolo, Montresta, Narbolia, Neoneli, Norbello, Nughedu Santa Vittoria, Nurachi, Ollastra, Palmas Arborea, Paulilatino, Riola Sardo, Sagama, Samugheo, San Vero Milis, Santu Lussurgiu, Scano di Montiferro, Sedilo, Seneghe, Sennariolo, Siamaggiore, Siamanna, Siapiccia, Soddì, Solarussa, Sorradile, Suni, Tadasuni, Tinnura, Tramatza, Tresnuraghes, Ulà Tirso, Uras, Villanova Truschedu, Villaurbana, Zeddiani, Zerfaliu.

L'area di intervento del GAL ha una superficie complessiva di 2.005 Kmq. Nella Provincia di Oristano rappresenta il 66% del territorio. Si estende dalla fascia costiera del Sinis sino a Bosa e la Planargia; comprende il sistema vulcanico del Montiferru, l'Altipiano basaltico del Guilcer con la confinante Valle del Tirso sino ai territori di Sedilo, il Barigadu sino a Samugheo confinante con il Nuorese; a sud il GAL Terre Shardana s'estende ai Comuni del Campidano di Oristano e ha nei Comuni di Uras, Palmas Arborea e Villaurbana, le propaggini più meridionali. Il 70% del territorio è relativamente omogeneo sotto l'aspetto ambientale, culturale ed economico. Il restante 30% ha avuto ed ha un'economia a prevalenza agricola.

Il Piano di Sviluppo Locale
Il PSL si propone di promuovere il benessere e migliorare la qualità della vita nelle zone rurali, attraverso una nuova forma di governance locale che privilegi una strategia territoriale partecipata.
Le principali linee di intervento sono:

  • sviluppare un sistema di gestione integrata e valorizzare le risorse territoriali seguendo un percorso di “distretto rurale” come nuova e più efficace modalità di Governance locale;
  • aver cura del “Capitale sociale” e della “Sostenibilità, condizioni per un migliorato “benessere del territorio”. Sostenibilità in termini umani, quindi capitale sociale, agricolo-ambientale, energetico;
  • aver attenzione a forme e modalità d’Inclusione sociale e lavorativa, elementi d'innovazione per il perseguimento del “BenEssere sociale” nel mondo rurale. Anche attraverso un orientamento di favore verso attività connesse all’Agricoltura Sociale.
Comuni: 
  1. Abbasanta
  2. Aidomaggiore
  3. Allai
  4. Ardauli
  5. Baratili San Pietro
  6. Bauladu
  7. Bidonì
  8. Bonarcado
  9. Boroneddu
  10. Bosa
  11. Busachi
  12. Cabras
  13. Cuglieri
  14. Flussio
  15. Fordongianus
  16. Ghilarza
  17. Magomadas
  18. Milis
  19. Modolo
  20. Montresta
  21. Narbolia
  22. Neoneli
  23. Norbello
  24. Nughedu Santa Vittoria
  25. Nurachi
  26. Ollastra
  27. Palmas Arborea
  28. Paulilatino
  29. Riola Sardo
  30. Sagama
  31. Samugheo
  32. San Vero Milis
  33. Santu Lussurgiu
  34. Scano di Montiferro
  35. Sedilo
  36. Seneghe
  37. Sennariolo
  38. Siamaggiore
  39. Siamanna
  40. Siapiccia
  41. Soddi
  42. Solarussa
  43. Sorradile
  44. Suni
  45. Tadasuni
  46. Tinnura
  47. Tramatza
  48. Tresnuraghes
  49. Ulà Tirso
  50. Uras
  51. Villanova Truschedu
  52. Villaurbana
  53. Zeddiani
  54. Zerfaliu