Il programma 2007/2013

Il Programma di Sviluppo Rurale 2007/2013 della Sardegna intende fornire una risposta alle problematiche e ai fabbisogni emergenti dal territorio regionale. Per fare questo si serve di un fondo comunitario, denominato FEASR (Fondo Europeo Agricolo per lo Sviluppo Rurale) attraverso il quale cofinanzia l'attuazione della strategia di sviluppo rurale regionale.

Un'analisi socio-economica e ambientale del territorio ha, infatti, fatto emergere alcuni fabbisogni di intervento della Regione, che hanno guidato la scelta delle tematiche da privilegiare per l'attuazione del Programma.

Questo fabbisogno di interventi è stato poi tradotto, seguendo le indicazioni a livello comunitario esplicitate negli orientamenti strategici, in Assi e Misure di intervento.

Il PSR Sardegna si articola, pertanto, in tre Assi strategici ed in un quarto Asse di natura metodologica denominato LEADER.

Obiettivi
Gli Assi strategici rappresentano gli obiettivi essenziali individuati a livello comunitario:

Alla gestione e controllo del PSR partecipano diverse autorità ed organismi che garantiscono l’efficace attuazione del Programma e il corretto funzionamento del sistema di gestione e controllo.

Il sistema di monitoraggio consente di avere un quadro costantemente aggiornato sull'andamento del PSR, attraverso il calcolo di indicatori che permettono di valutare i risultati e gli impatti degli interventi.

L'articolo 6 del Regolamento (CE) 1698/2005 stabilisce che il Partenariato socioeconomico e ambientale intervenga "nella preparazione, attuazione, sorveglianza e valutazione dei programmi di sviluppo rurale".

In questa sezione è possibile consultare la normative vigente relativa al PSR 2007/2013: regolamenti, decisioni, ecc