Autorità e organi

Alla gestione e controllo del PSR partecipano diverse autorità ed organismi che garantiscono l’efficace attuazione del Programma e il corretto funzionamento del sistema di gestione e controllo.

Autorità di gestione
E' il soggetto responsabile dell'efficace, efficiente e corretta gestione del PSR. Ad essa competono le funzioni individuate dall'articolo 75 del Regolamento (CE) 1698/2005 del 20 settembre 2005. L'Autorità di Gestione del PSR 2007/2013 è la Direzione generale dell'Assessorato dell'Agricoltura e riforma agro – pastorale, nella figura del Direttore generale.

Organismo pagatore
Eroga i contributi ai beneficiari degli aiuti in base alle disposizioni fornitegli dai soggetti responsabili dell'attuazione del PSR e svolge le altre funzioni individuate dall'art. 6 del Reg. (CE) n. 1290/2005. La funzione di Organismo pagatore per il PSR 2007/2013 è attribuita ad AGEA, che opera sulla base di accordi di collaborazione con l'Amministrazione regionale.

AGEA autorizza i pagamenti per i beneficiari degli aiuti e dà istruzioni agli organismi "cassieri" di effettuare i pagamenti. Inoltre registra e contabilizza i pagamenti effettuati fornendo anche delle sintesi periodiche.

ARGEA
L'agenzia regionale per la gestione e l'erogazione degli aiuti in agricoltura (ARGEA Sardegna), istituita dalla Legge regionale 8 agosto 2006, n.13, svolge la funzione di organismo gestore e di controllo in materia di finanziamento della politica agricola comunitaria.

Nell'ambito del PSR ARGEA riceve e istruisce le domande di aiuto relative a numerose Misure (in particolare quelle così dette "a investimento"). Successivamente propone al pagamento le domande che hanno superato l'iter istruttorio, trasferendole all'organismo pagatore (AGEA) che a seguito di ulteriori controlli autorizza i pagamenti. 

Organismo di certificazione
L'Organismo di Certificazione (art. 7 del Reg. CE n. 1290/2005 e all'art. 5 del Reg. CE n. 885/200) esamina l'operato dell'Organismo Pagatore attenendosi alle norme sulla revisione dei conti internazionalmente riconosciute e tenendo conto di tutti gli orientamenti per l'applicazione di tali norme definite dalla Commissione.

Le tre autorità sono funzionalmente indipendenti.

Comitato di sorveglianza 
All'attività di gestione e controllo partecipa anche il Comitato di sorveglianza (CdS), che ha il compito di accertare l'effettiva attuazione del Programma di Sviluppo Rurale.
Il Comitato di Sorveglianza (CdS) verifica i progressi compiuti ed i risultati raggiunti, proponendo adeguamenti o modifiche per realizzare al meglio gli obiettivi e migliorare la gestione, anche finanziaria. Il Comitato, inoltre, collabora con l’Autorità di Gestione nel monitoraggio della qualità e dello stato di attuazione del Programma. Si riunisce una o più volte l’anno, secondo le necessità, ed è presieduto dall’Assessore dell’Agricoltura e Riforma Agro Pastorale o, su sua delega, dall’Autorità di Gestione.

Delibera n. 3/7 del 16 gennaio 2008

Decreto n. 0000303/ Dec A/4 del 08.02.2008