Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Pastorizia, su proposta dei capigruppo del Consiglio regionale la Giunta e i capigruppo si impegnano a ricercare altri 30 milioni oltre ai 15 già stanziati per allevatori ovini

“Trovare queste risorse e trovarle in fretta non sarà facile, ma ce la metteremo tutta”, ha detto il presidente Pigliaru. "Siamo consapevoli che la siccità, insieme a un prezzo del latte molto basso, alle nevicate e alle gelate di qualche mese fa hanno creato una situazione estremamente difficile. Non possiamo permetterci il rischio che chi lavora in questo settore ne abbia un danno permanente, a cominciare dalla perdita delle greggi."
Pigliaru Caria incontro con i pastori
Cagliari, 2 agosto 2017 - Il presidente Francesco Pigliaru, con gli assessori Pier Luigi Caria e Raffaele Paci ha partecipato questa mattina alla riunione convocata dai Capigruppo del Consiglio regionale, assieme al presidente del Consiglio, Gianfranco Ganau, i presidenti delle Commissioni Bilancio e Attività produttive, Franco Sabatini e Luigi Lotto, con una delegazione del Movimento dei pastori sardi, guidata da Felice Floris e accompagnata anche da alcuni sindaci e dai presidenti di Anci e Cal.

Su proposta dei Capigruppo, la Giunta si è impegnata a ricercare insieme agli stessi Capigruppo, per quanto possibile, fra le maglie del bilancio, altri 30 milioni di euro che andrebbero a integrare i 15 milioni già stanziati ieri con legge votata dall’Aula di via Roma e diretti ai pastori di ovini della Sardegna. A seguito del confronto, durante il quale si è fatto il punto sulle numerose criticità del comparto dovute al calo del prezzo del latte e alle diverse calamità naturali che hanno colpito le campagne sarde in questi ultimi mesi, i partecipanti hanno deciso di incontrare i pastori scesi in piazza che chiedevano un’integrazione di fondi, rispetto a quelli già stanziati, così da poter acquistare più mangimi e foraggi per sfamare le proprie greggi.

“Trovare queste risorse e trovarle in fretta non sarà facile, ma ce la metteremo tutta”, ha detto il presidente Pigliaru. “Siamo consapevoli che la siccità, insieme a un prezzo del latte molto basso, alle nevicate e alle gelate di qualche mese fa hanno creato una situazione estremamente difficile. Non possiamo permetterci il rischio che chi lavora in questo settore ne abbia un danno permanente, a cominciare dalla perdita delle greggi. È chiaro che non coniamo moneta, quindi destinare fondi all’emergenza significa toglierli ad altri settori facendo scelte coraggiose – ha concluso il Presidente –, ma manteniamo sempre gli impegni presi e faremo di tutto per riuscirci”.

Un ringraziamento particolare è stato espresso dal presidente Pigliaru al servizio delle Forze dell’Ordine.
Anche l’assessore Pier Luigi Caria ha ricordato che "è dovere della politica lavorare e impegnarsi per trovare le risposte alle difficoltà che vivono quotidianamente i cittadini. Questa manifestazione e il confronto che ne è seguito con la delegazione ci ha dato anche un’opportunità in più per capire meglio quello che in questi ultimi mesi avevamo già toccato con mano nei diversi territori dell’Isola". Il titolare dell’Agricoltura ha osservato che “la proposta giunta dai Capigruppo per il reperimento di nuove risorse si dovrà affrontare da subito in Consiglio, individuando le eventuali somme da rimodulare nei capitoli di bilancio. L’esecutivo, dal canto suo, c’è ed è disponibile a collaborare per fare la propria parte".