Vai al contenuto della pagina

Lavoro: siglato accordo per la prima concessione e la proroga degli ammortizzatori sociali in deroga 2015
Per quanto riguarda la Cig in deroga, il trattamento potrà essere concesso per un periodo non superiore a cinque mesi. Otto mesi, invece, per la mobilità in deroga, che non potrà essere concessa ai lavoratori che abbiano già beneficiato dell’ammortizzatore sociale per almeno tre anni, anche non continuativi.
Assessorato del Lavoro

CAGLIARI, 23 GENNAIO 2015 - È stato siglato oggi nella sede dell'assessorato del Lavoro a Cagliari il verbale d'accordo istituzionale per la prima concessione e la proroga degli ammortizzatori sociali in deroga per il 2015. Il verbale, firmato dalla Regione, dall'INPS, dai sindacati e dalle associazioni datoriali, definisce i criteri per la concessione della cassa integrazione e della mobilità in deroga per l'anno in corso. Per quanto riguarda la CIG in deroga, il trattamento potrà essere concesso per un periodo non superiore a cinque mesi. Otto mesi, invece, per la mobilità in deroga, che non potrà essere concessa ai lavoratori che abbiano già beneficiato dell’ammortizzatore sociale per almeno tre anni, anche non continuativi.

Nel corso dell'incontro con il tavolo partenariale, l'assessore del Lavoro, Virginia Mura, ha fatto il punto sulle risorse finanziarie degli ammortizzatori sociali 2014, per i quali la Direzione regionale dell'INPS si è impegnata a completare il pagamento fino a esaurimento dei fondi a oggi trasferiti dal Ministero. Per quanto riguarda la copertura totale del fabbisogno relativo agli altri mesi del 2014, l'assessore Mura ha comunicato l'impegno della Regione a reperire ulteriori risorse ministeriali e regionali in modo da dare una risposta ai beneficiari dei provvedimenti.

Sul fronte delle politiche attive del lavoro, l'esponente della giunta Pigliaru ha ricordato, infine, che la Regione sta realizzando una fase sperimentale di interventi di Flexicurity rivolti in prima battuta ai soggetti già fuoriusciti, o in fuoriuscita, nel 2014, dal bacino degli ammortizzatori sociali in deroga, in seguito all'applicazione del decreto interministeriale approvato ad agosto dello scorso anno. Il tavolo Partenariale si riunirà nuovamente entro il 30 marzo per prendere atto della situazione e decidere le eventuali azioni da intraprendere.