Archivio categoria: ‘L’Europa: vivamola!’

Zone rurali nell’Ue: dì la tua!

download

La Commissione si è impegnata a sviluppare una visione a lungo termine per le zone rurali. Per realizzare tale visione è necessario valutare come si svolge la vita nelle zone rurali d’Europa e quale sia la chiave per la loro prosperità. La presente consultazione pubblica contribuirà a questo processo raccogliendo la percezione e le opinioni dei cittadini europei su una serie di questioni. segue »

Don’t Stop Me Now!

079f32_festa_europa1_HomeIm_799x400

L’emergenza COVID19 non ha fermato l’energia dei giovani studenti sardi impegnati nei percorsi Scuola Ambasciatrice del Parlamento Europeo e A Scuola di Open Coesione. Sabato 9 maggio alle ore 10.00, in occasione della Festa dell’Europa, i ragazzi presenteranno in videoconferenza i loro lavori e racconteranno in che modo le politiche e i finanziamenti europei incidono nella vita quotidiana di tutti noi.  segue »

Premio del Cittadino europeo 2020

2020_european-citizen-prize_twitter-post_1200x675px_v01.it

Il Parlamento europeo invita i cittadini europei, i gruppi di cittadini, le associazioni e le organizzazioni che hanno realizzato dei progetti eccezionali, a candidarsi per il Premio del Cittadino Europeo o a nominare altri considerati meritori, entro il 30 giugno 2020. segue »

Webinar: Coronavirus, la risposta dell’Europa

IMG-20200331-WA0029

Il 9 aprile alle 10.00 il FormezPA organizza un webinair gratuito dal titolo “La risposta dell’UE al Coronavirus” dedicato a fornire una visione d’insieme sulle misure adottate, su quelle in corso di adozione e un approfondimento sul riorientamento dei fondi strutturali europei ai fini dell’emergenza Covid19.  Per partecipare è necessario iscriversi al seguente link: http://eventipa.formez.it/node/215697  segue »

Lettera della Presidente Von Der Leyen all’Italia

20200402_004428_51612710

Pubblichiamo il testo integrale della lettera inviata dalla presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen al quotidiano “la Repubblica”. Nel testo, oltre a rammaricarsi per il ritardo con cui i Paesi dell’Unione hanno attivato una concreta solidarietà europea, la Von der Leyen ha sottolineato il cambio di passo dell’Europa e lo stanziamento fino a cento miliardi di euro in favore dei Paesi colpiti più duramente, a partire dall’Italia, per compensare la riduzione degli stipendi di chi lavora con un orario ridotto.

segue »