Gestione commissariale

Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, con ordinanza n. 721 del 4 dicembre 2020 avente ad oggetto: “Interventi urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici verificatisi il giorno 28 novembre 2020 nel territorio di Bitti, in provincia di Nuoro” ha nominato Commissario delegato per l’emergenza il Direttore generale della Protezione civile della Regione Autonoma della Sardegna, con poteri di coordinamento dell’emergenza, controllo e vigilanza sull’esecuzione degli interventi.

In data 9 dicembre 2020 il Capo del Dipartimento della Protezione Civile ha emanato l’ordinanza n. 722, avente ad oggetto: “Ulteriori disposizioni urgenti di protezione civile in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici verificatisi il giorno 28 novembre 2020 nel territorio del comune di Bitti, in provincia di Nuoro”, con la quale è stato previsto il supporto al Commissario delegato per le attività emergenziali nei territori colpiti dall’evento, la possibilità di sospendere i mutui e la previsione di un rimborso per le spese funerarie sostenute per le vittime dell’evento.

Con Ordinanza del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna n. 1/804 del 21 gennaio 2021, il Direttore della Protezione civile della Regione Autonoma della Sardegna, già delegato come commissario per l’emergenza alluvione 2020 con OCDPC 721/2020, è stato delegato al coordinamento degli interventi di protezione civile per fronteggiare la medesima emergenza, con possibilità di attuare le sue funzioni anche mediante ordinanze.

Attività espletata dal Commissario delegato
Con la prima ordinanza del Commissario delegato, n. 1 del 7 dicembre 2020, sono stati disposti tutti gli interventi urgenti, indifferibili e di pubblica utilità che il Comune di Bitti deve provvedere a porre in essere nell’immediato, per garantire l’eliminazione delle situazioni di pericolo per la popolazione, il ripristino della funzionalità dei servizi pubblici essenziali, la rimozione di materiali e detriti, il trasporto dei rifiuti la disostruzione dei canali.

Gli interventi da porre in essere per superare le criticità dell’evento calamitoso del 28 novembre 2020 devono trovare un necessario raccordo, con l’attività del Commissario di Governo contro il dissesto idrogeologico (link) (ex decreto-legge 12 settembre 2014, n. 133, convertito con modificazioni dalla legge 11 novembre 2014, n. 164) che ha disposto la progettazione per l’esecuzione di interventi di riassetto idrogeologico nel Comune di Bitti, già duramente colpito dal ciclone Cleopatra del novembre 2013.