Aggiornamento al 1° dicembre 2022. Indirizzi attuativi e accesso ai contributi a favore degli hobbisti per i danni registrati dal 23 al 30 luglio 2021

01/12/2022

Si comunica che, negli indirizzi attuativi allegati all’Ordinanza n. 14 del 28.10.2022, è presente un errore materiale. L’Ordinanza è relativa all’avvio della procedura per l'accesso ai contributi a favore dei soggetti privati (hobbisti) per i danni da incendio occorsi alle coltivazioni (vigneti e oliveti), recinzioni e muretti a secco, e per i danni subiti dai beni immobili e mobili registrati dal 23 al 30 luglio 2021.

Si prega pertanto di prendere visione della Determinazione di errata corrige e dei documenti modificati di conseguenza.

Determinazione n.581 del 1° dicembre 2022
Indirizzi attuativi aggiornati
Allegato 1 aggiornato - Domanda di contributo per i danni alle attività agricole private non professionali



----------------------------------------------------------------------------------------------------

In attuazione della DGR n.51/15 del 30 dicembre 2021, il Direttore Generale della Protezione Civile della Regione Sardegna Antonio Pasquale Belloi, in qualità di Coordinatore dell’emergenza incendi 2021, con l’Ordinanza n.14 del 28.10.2022, ha dato avvio alla procedura per l’accesso ai contributi a favore degli hobbisti che, nel periodo dal 23 al 30 luglio 2021, abbiano registrato danni a coltivazioni (vigneti e oliveti), recinzioni, muretti a secco, beni mobili e immobili.

Per hobbisti si intendono i soggetti privati che:
- esercitano la loro attività nei Comuni di cui all’articolo 2 dell’Ordinanza del Commissario Delegato n.1 del 14/09/2021
- non risultano iscritti come coltivatori diretti o imprenditori agricoli presso la CCIAA o IAP (L.R. 9/2006)
- non sono in possesso di una partita iva per attività agricole

Le istanze di contributo dovranno essere presentate al Comune di competenza, esclusivamente tramite PEC riportante in oggetto “Domanda concessione contributo hobbisti ex L.R. 17/2021”, entro e non oltre il prossimo 15 gennaio 2023, e dovranno essere firmate dal richiedente in forma digitale o olografa riportando, in quest’ultimo caso, un documento di identità in fase di validità allegato.

Una volta ricevute le istanze, i Comuni provvederanno all’istruttoria delle domande entro il 28 febbraio 2023, all’esito della quale determineranno l’elenco dei soggetti beneficiari, i danni ammissibili a contributo e il relativo importo.

L’accesso ai contributi di cui sopra è normato e regolato dagli indirizzi attuativi, allegati e parte integrante della stessa Ordinanza, nei quali vengono dettagliati:
1. Ambito di applicazione e disciplina delle fasi del processo finalizzato alla concessione dei contributi
2. Destinatari dei contributi
3. Modalità e tempistiche di presentazione delle istanze
4. Criteri, limiti e massimali
5. Specifiche relative ai beni in comproprietà o in godimento di un terzo
6. Specifiche relative agli indennizzi assicurativi e i contributi da altro ente pubblico
7. Obblighi relativi alla rendicontazione delle spese sostenute

CONSULTA E SCARICA LA DOCUMENTAZIONE COMPLETA

- Ordinanza del Coordinatore Emergenza Incendi n.14 del 28.10.2022
- Indirizzi attuativi aggiornati al 1° dicembre 2022

- Modello domanda di contributo per i danni alle attività agricole private non professionali (Allegato 1 aggiornato al 1° dicembre 2022)
- Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà (Allegato 2)
- Autocertificazione attestante il rispetto delle Prescrizioni regionali antincendi approvate con DGR n.15/7 del 23.04.2021 (Allegato 4)

Altri allegati agli indirizzi attuativi

Per i richiedenti il contributo
- Delega comproprietari, obbligatoria per i beni in comproprietà (Allegato 1b)
- Atto di assenso di terzi, obbligatorio in caso di presentazione della domanda da parte del titolare di un diritto reale o personale di godimento in luogo del proprietario (Allegato 3)

Per i Comuni
- Modello Elenco dei beneficiari (Allegato 5)
- Modello Rendicontazione delle spese (Allegato 6)

  • CONDIVIDI SU: