Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Alla Sardegna tre importanti riconoscimenti dal ForumPa

Tre premi sono stati assegnati alla Sardegna dal Forum della Pubblica Amministrazione che ieri, lunedì 11 maggio, alla fiera di Roma, ha aperto ufficialmente i battenti.
ROMA, 12 MAGGIO 2009 - Il primo riconoscimento l’ha ricevuto, nell'ambito della semplificazione, il progetto "Suap", sportello unico per le attività produttive; il secondo il progetto "La memoria digitale della Sardegna: Sardegna Digital Library". Il terzo premio, ufficializzato ieri in serata, riguarda il progetto "Attuazione delle politiche di risparmio energetico".

La manifestazione è stata aperta la mattina di lunedì 11, con il taglio del nastro affidato a Carlo Mochi Sismondi, direttore del FORUM PA, al Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione Renato Brunetta, al Presidente della Regione Lazio Piero Marrazzo ed al Sindaco di Roma, Gianni Alemanno. Il filo conduttore - come ribadito dagli stessi organizzatori durante la cerimonia di inaugurazione - è quello della “Pubblica amministrazione come possibile soluzione per uscire dalla crisi, che funziona con la forza delle idee e dell’innovazione”.

Una importante occasione di incontro e confronto tra soggetti pubblici e privati sui temi della informazione e comunicazione pubblica con 14mila mq di esposizione e 250 espositori. La kermesse, che si concluderà giovedì 14, vedrà un calendario fittissimo di convegni, la presenza di 12 ministri e numerosi amministratori locali.

La Regione Sardegna è presente al ForumPA con uno suo ampio spazio espositivo nel quale ha presentato, nella giornata inaugurale di ieri, il sito tematico “La memoria digitale della Sardegna: Sardegna Digital Library” a cui è valso il premio nell'ambito delle iniziative per l’e-government. Un grande archivio digitale della Sardegna, realizzato grazie alla sinergia tra le diverse strutture dell’Amministrazione regionale, contiene e rende fruibili ai visitatori del web video, immagini, file audio e documenti, suddivisi e catalogati in argomenti tematici. Un'importante documentazione multimediale, in continuo aumento, che proviene dagli archivi Istituto Luce, Rai, Isre, Esit ed Ersat, e da contributi individuali.

Ad oggi la raccolta telematica contiene 1952 video, 20918 immagini, 2519 file audio e 2325 documenti, distribuiti in 17 argomenti. Ogni singolo elemento, poi, ha una sua scheda di catalogazione con informazioni dettagliate per consentire in modo semplice, attraverso un motore di ricerca, la sua consultazione. Con il portale Sardegna Digital Library la Regione Sardegna ha inteso raccogliere e valorizzare l'immenso patrimonio culturale sardo mettendolo a disposizione di tutti, creando così una vera e propria memoria storica di una intera Isola.

Nel pomeriggio di ieri la presentazione del Sistema informativo degli archivi di deposito della Regione Sardegna: il SIADARS, una banca dati degli archivi dell’Amministrazione regionale. Si tratta di una ricognizione sistematica del patrimonio culturale custodito negli archivi della Regione e finalizzata ad una sua migliore fruizione. “Tutte le informazioni raccolte, hanno spiegato i responsabili della Trasparenza regionale, con Michela Melis in prima fila, sono strutturate con l’utilizzo di un software descrittivo compatibile con gli standard internazionali”. Nel sistema, anch’esso costantemente aggiornato, confluiscono le informazioni sulla documentazione già presente negli archivi di deposito e su quella che vi viene trasferita. Scopo principale è pertanto la “razionalizzazione degli archivi per un efficace svolgimento della attività amministrativa e per il recupero, la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio di conoscenze, esperienze ed informazioni”.

In serata, infine, l’ufficializzazione alla Sardegna del premio SFIDE 2009 per il progetto "Attuazione delle politiche di risparmio energetico". La Regione – con il progetto elaborato dall’assessorato della Difesa dell'Ambiente - intende così promuovere ed attuare azioni volte a ridurre il consumo di energia e a valorizzare le fonti alternative e rinnovabili. In questo ambito anche la pubblicazione “Le linee guida per la riduzione dell’inquinamento luminoso e relativo consumo energetico”, una importante raccolta di direttive rivolte alle pubbliche amministrazioni, ai progettisti, ma anche ai cittadini per il miglior utilizzo delle fonti energetiche.

Sempre nello stesso progetto sono state promosse azioni volte alla sensibilizzazione delle diverse utenze anche attraverso seminari ed incontri. Il premio per l’assessorato della difesa dell’ambiente è stato ritirato, mentre per il ritiro degli attestati dei primi due riconoscimenti assegnati alla Sardegna per i progetti SUAP (sportello unico per le attività produttive ) e La memoria digitale della Sardegna: Sardegna Digital Library, bisognerà attendere il 14 maggio, giorno di chiusura della ventesima edizione del Forum Pa.