Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


RILASCIO DEL PARERE SUL REGOLAMENTO COMUNALE DI GESTIONE DEI TERRENI CIVICI

Ultimo aggiornamento: 2013-09-17 09:24:04

Dove rivolgersi:
Servizi territoriali di Argea competenti per territorio (consulta l'elenco nel campo allegati)




Ufficio per le relazioni con il pubblico di Argea
via Caprera n. 8, 09123 Cagliari
Tel:070 6026 2217/2067/2214 Fax:070 6026 2404
Email:

Destinatari:
I comuni della Sardegna
Termini di conclusione del procedimento:
20 giorni dalla ricezione della domanda di parere o della documentazione integrativa
Documentazione:
- domanda di parere;
- deliberazione del Consiglio comunale che attesti l'avvenuta pubblicazione all'Albo pretorio del Comune, corredata da copia del regolamento adottato e per il quale si richiede il parere;
- ogni ulteriore atto che il Comune ritiene indispensabile.

La documentazione deve essere presentata al Servizio territoriale di Argea competente per territorio.

Modalità o descrizione:
La gestione degli immobili gravati dal diritto di uso civico spetta al Comune o alla frazione in cui gli immobili sono situati. La gestione deve essere disciplinata da apposito regolamento comunale.

Il regolamento per la gestione degli usi civici può essere adottato esclusivamente dopo che per le terre sia stato emesso il provvedimento formale di accertamento.

I comuni per i quali sussiste il provvedimento di accertamento e che non hanno ancora provveduto all'adozione del regolamento, devono provvedervi entro il 27 giugno 2014 (un anno dalla pubblicazione sul Buras della delibera di indirizzo n. 21/6 del 2013).
Decorso tale termine non potrà più essere autorizzato nessun atto di disposizione sugli immobili gravati da usi civici (mutamenti di destinazione, riserve di esercizio, concessioni in affitto, alienazioni, permute, trasferimento dei diritti e sclassificazioni), sino all'approvazione del regolamento.
Per i comuni per i quali non è stato ancora emesso il provvedimento di accertamento, il termine di una anno decorre dalla data di ricezione del provvedimento di accertamento.

Il Comune che intende richiedere il parere, deve presentare apposita richiesta al Servizio territoriale di Argea competente per territorio.
Ricevuta la richiesta, il Servizio territoriale verifica l'adeguatezza dei documenti prodotti ed entro 10 giorni richiede l'eventuale documentazione integrativa.
Entro 20 giorni dalla ricezione della domanda o della documentazione integrativa, il direttore del Servizio territoriale adotta la determina con la quale esprime parere positivo o negativo in merito allo schema di regolamento. In caso di mancata espressione del parere, esso (non essendo vincolante) si intende come acquisito.

Entro 15 giorni dalla sua adozione, la determina di accoglimento o di rigetto della domanda viene inoltrata alla Direzione generale di Argea, al Comune con raccomandata A/R e all'Assessorato regionale dell'Agricoltura.

Normativa di Riferimento:
- Legge regionale n. 12 del 14/03/1994 - Norme in materia di usi civici. Modifica della legge regionale 7 gennaio 1977, n. 1, concernente l'organizzazione amministrativa della Regione sarda.
- Delibera della Giunta regionale n. 21/6 del 05/06/2013 - Atto di indirizzo interpretativo e applicativo per la gestione dei procedimenti amministrativi relativi agli usi civici di cui alla L.R. n. 12/1994 e s.m.i.
- Decreto dell'Assessore dell'Agricoltura e riforma agro-pastorale n. 953/DecA/53 del 31/07/2013 - Direttive operative per l’azione amministrativa e la gestione dei procedimenti in materia di usi civici.
Allegati e collegamenti:
Elenco Servizi territoriali di Argea
Procedimenti collegati:
ACCERTAMENTO E INVENTARIO DEI TERRENI AD USO CIVICO (Direttive operative per l'azione amministrativa e la gestione dei procedimenti in materia di usi civici)