Vai al contenuto della pagina

Le mappe di pericolosità, danno potenziale e rischio

Ai sensi dell’art. 6 del D.lgs. 49/2010, le mappe di pericolosità e rischio di alluvioni contengono la perimetrazione delle aree geografiche che potrebbero essere interessate da alluvioni secondo diversi tempi di ritorno delle precipitazioni.

La metodologia adottata per la realizzazione delle Mappe è descritta sinteticamente in fondo a questa pagina, e dettagliatamente nella Relazione sulle mappe della pericolosità e del rischio.

Le mappe aggiornate (.shp)
N.B.: Si precisa che le perimetrazioni in formato shp di seguito scaricabili riportano le aree aggiornate a Dicembre 2016, pertanto superano le mappe in formato pdf scaricabili nella pagina degli elaborati approvati con la prima versione del piano, in quanto queste ultime, costituendo allegati al PGRA approvato a marzo 2015, risultano aggiornate a Dicembre 2014. Si consiglia pertanto di utilizzare i dati in formato shp scaricabili di seguito in questa pagina.

Pericolosità da alluvione:
Inviluppo delle perimetrazioni delle aree caratterizzate da pericolosità idraulica mappate nell’ambito della predisposizione del PAI e sue varianti, di studi derivanti dall’applicazione dell’Art. 8 comma 2 delle Norme di Attuazione del PAI, della predisposizione del PSFF, nonché delle aree alluvionate nell’evento del 18/11/2013 denominato “Cleopatra”, aggiornate alla data del 31.12.2016.
Nella tabella attributi di questa copertura si ritrovano tutte le informazioni relative a:
- Pericolosità da alluvione, classificata secondo le classi di pericolosità del PAI (Campo: Hi_max) o del PGRA (Campo: CLS_P);
- Studi da cui deriva tale pericolosità ed eventuale classe (Campi: PAI_Hi, Art8_Hi, PSFF_Hi, Cleopatra);
- Sintesi delle informazioni relative agli elementi esposti (Campi: Elemento, Descrizione, Codice, Classe_E);
- Rischio da alluvione (Campo: Rischio);
- Comune nel cui territorio è ubicato l’elemento territoriale associato (Campo: COMUNE);
- Dati relativi alla popolazione residente secondo i dati ISTAT 2011 (Campi: Densità, POP_TOT);
- Dati geometrici quali perimetro e superficie.

Download dei singoli Sub Bacini:
Sub Bacino 1 – Sulcis
Sub Bacino 2 – Tirso
Sub Bacino 3 – Coghinas-Mannu-Temo
Sub Bacino 4 – Liscia
Sub Bacino 5 – Posada-Cedrino
Sub Bacino 6 – Sud Orientale
Sub Bacino 7 – Flumendosa-Campidano-Cixerri
Scheda metadati pericolosità da alluvione

Pericolosità da frana:
Inviluppo delle perimetrazioni delle aree caratterizzate da pericolosità geomorfologica mappate nell’ambito della predisposizione del PAI e sue varianti e di studi derivanti dall’applicazione dell’Art. 8 comma 2 delle Norme di Attuazione del PAI, aggiornate alla data del 31.12.2016.
Nella tabella attributi di questa copertura si ritrovano tutte le informazioni relative a:
- Pericolosità geomorfologica, classificata secondo le classi di pericolosità del PAI (Campo: Hg_max);
- Studi da cui deriva tale pericolosità ed eventuale classe (Campi: PAI_Hg, Art8_Hg);
- Comune nel cui territorio è ubicato l’elemento territoriale associato (Campo: COMUNE);
- Dati relativi alla popolazione residente secondo i dati ISTAT 2011 (Campi: Densità, POP_TOT);
- Dati geometrici quali perimetro e superficie.

Download:
Perimetrazioni delle aree a pericolosità da frana
Scheda metadati pericolosità da frana

Scenari di intervento strategico e coordinato:
Inviluppo delle perimetrazioni delle aree caratterizzate da pericolosità idraulica derivante da modellazioni, mappate nell’ambito della predisposizione del Piano di Gestione del Rischio da Alluvioni, aggiornate alla data del 31.12.2016. Nella tabella attributi di questa copertura si ritrovano tutte le informazioni relative a:

- Tempo di ritorno dell’evento (Campo: Tr);
- Pericolosità da alluvione, classificata secondo le classi di pericolosità del PAI (Campo: Pericolo) o del PGRA (Campo: CLS_P);
- Denominazione del corso d’acqua di riferimento (Campo: Fiume);
- Indicazione del tratto di riferimento (Campo: Tratto);
- Data di aggiornamento della cartografia (Campo Data_Agg);
- Dati geometrici quali perimetro e superficie.

Download:
Perimetrazioni di pericolosità individuate dagli scenari di intervento strategico e coordinato
Scheda metadati pericolosità scenari


Danno Potenziale
La Carta del Danno Potenziale deriva dall’analisi condotta sul territorio regionale di tutte le categorie di elementi “a rischio” esposti a possibili eventi di natura idrogeologica, identificati e classificati secondo uno schema di legenda che prevede l’istituzione di 6 macrocategorie di elementi, ognuna delle quali a sua volta suddivisa in sottocategorie specifiche. Le classi omogenee di Danno Potenziale previste sono quattro, e tengono conto per la loro definizione del danno alle persone, e di quello al tessuto socio-economico ed ai beni non monetizzabili. Nella tabella attributi di questa copertura si ritrovano tutte le informazioni relative a:

- Macrocategoria degli elementi a rischio (Campo: MacroCAT);
- Descrizione della tipologia di elemento (Campi: Elemento, Descrizion);
- Codifica degli elementi e informazioni circa la vulnerabilità degli stessi derivata dal D.Lgs. 49/2010 (Campi: Codice, V, Peso);
- Fonte dati da cui è stato ricavato l’elemento (Campo: Fonte);
- Classe di elemento a rischio (Campo: Classe_E);
- Classe di Danno Potenziale (Campo: Classe_D);
- Dati geometrici quali perimetro e superficie.

Download dei singoli Sub Bacini:
Sub Bacino 1 – Sulcis
Sub Bacino 2 – Tirso
Sub Bacino 3 – Coghinas-Mannu-Temo
Sub Bacino 4 – Liscia
Sub Bacino 5 – Posada-Cedrino
Sub Bacino 6 – Sud Orientale
Sub Bacino 7 – Flumendosa-Campidano-Cixerri
Scheda metadati Danno Potenziale


Metodologia di redazione delle mappe e classi di pericolosità e rischio
Per l'elaborazione delle mappe sono state adottate le modalità di adeguamento delle informazioni territoriali indicate nei documenti tecnici di riferimento pubblicati dalla European Commission - DG Environment e dall’ISPRA, nei quali è definita la struttura degli schemi di legenda relativi alle tre tipologie di mappe (danno potenziale, pericolosità e rischio).
In particolare le quattro classi di legenda utilizzate negli strumenti di pianificazione succitati (PAI, PSFF, studi ex art. 8 c.2 PAI e aree Cleopatra) sono state ricondotte alle tre classi individuate dal D.Lgs. 49/2010:
- P1 (pericolosità bassa): aree con bassa probabilità di accadimento (200<Tr≤500);
- P2 (pericolosità media): aree con media probabilità di accadimento (100≤Tr≤200);
- P3 (pericolosità elevata): aree con elevata probabilità di accadimento (Tr≤50);

La Carta del Danno Potenziale deriva dall’analisi condotta sul territorio regionale di tutte le categorie di elementi “a rischio” esposti a possibili eventi di natura idrogeologica, identificati e classificati secondo uno schema di legenda che prevede l’istituzione di 6 macrocategorie di elementi, ognuna delle quali a sua volta suddivisa in sottocategorie specifiche. Le classi omogenee di Danno Potenziale previste sono quattro, e tengono conto per la loro definizione del danno alle persone, e di quello al tessuto socio-economico ed ai beni non monetizzabili, come di seguito riportato:
- D1: Danno potenziale moderato o nullo.
- D2: Danno potenziale medio;
- D3: Danno potenziale elevato;
- D4: Danno potenziale molto elevato;

La predisposizione delle due coperture sopra descritte, vale a dire la Carta del Danno Potenziale e la Carta della Pericolosità idraulica ha permesso di ricavare, mediante una procedura di overlay mapping, la Carta del Rischio idraulico, in conformità con quanto previsto dalla Direttiva Comunitaria oggetto dell’attività.

La procedura di overlay è stata guidata dalla tabella di classificazione delle aree a rischio idraulico nella quale, attraverso le intersezioni tra le colonne relative alla classificazione della Pericolosità Idraulica e le righe riportanti la classificazione delle classi di Danno Potenziale la categoria di rischio derivante.

Pertanto, definiti i 3 livelli di pericolosità (P3, P2, P1) e i 4 di danno potenziale (D4, D3, D2, D1) sono stati stabiliti i quattro livelli di Rischio conseguenti:
- R1: Rischio moderato o nullo.
- R2: Rischio medio;
- R3: Rischio elevato;
- R4: Rischio molto elevato;Domini 17-19



  • CONDIVIDI SU: