Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Cinema: via libera della Giunta a coproduzione lungometraggi

"La Regione Sardegna - ha sottolineato l'assessore Baire - vuole proseguire gli investimenti in cultura e, quindi, anche nel settore cinema di cui riconosce l’importanza quale mezzo fondamentale di espressione artistica, di formazione culturale, di comunicazione, oltre che un rilevante strumento di crescita sociale ed economica".
set cinematografico
CAGLIARI, 16 SETTEMBRE 2010 - La leggenda di Kaspar Hauser re dell'Asinara, Su Re e Bellas Mariposas - tutte opere realizzate o girate nell’isola ovvero con un diretto legame con la cultura, la lingua e l’identità regionale - sono i tre lungometraggi beneficiari della coproduzione della Regione Sardegna, mentre Vangelo secondo Maria potrà accedere al prestito a tasso agevolato.

La Giunta Regionale, su proposta dell’assessore dei Beni Culturali Maria Lucia Baire, e in base all’esito della graduatoria finale delle opere cinematografiche valutate da un’apposita Commissione tecnico-artistica, ha dato il via libera alla coproduzione, intervento previsto dalla legge regionale n. 15 del 2006 per lo sviluppo del cinema in Sardegna. In particolare, per i primi tre lungometraggi, che godono di un intervento diretto di coproduzione della Regione a sostegno del film, è stato assegnato complessivamente 1 milione di euro, ripartito proporzionalmente tenuto conto del contributo richiesto da ciascuna società di produzione e della quota massima di partecipazione regionale alla coproduzione non superiore al 35% del costo del film. Per il quarto progetto, invece, la cifra concessa per il prestito a tasso agevolato è pari a 500mila euro. “La Regione Sardegna – ha sottolineato l’assessore Baire - vuole proseguire gli investimenti in cultura e, quindi, anche nel settore cinema di cui riconosce l’importanza quale mezzo fondamentale di espressione artistica, di formazione culturale, di comunicazione, oltre che un rilevante strumento di crescita sociale ed economica".