Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Innovazione: convegno a Cagliari per la semplificazione nella Pa

"Per stare al passo con le nuove tecnologie - ha spiegato l’assessore Floris - la semplificazione dev’essere intesa a vantaggio del cittadino e delle imprese che, da semplici fruitori, diventano protagonisti dei processi che accompagnano l’innovazione nei servizi, per snellire i tempi della burocrazia e abbattere il divario digitale".
CAGLIARI, 26 OTTOBRE 2010 - "Auspichiamo una rivoluzione culturale della pubblica amministrazione, con un ruolo guida della Regione Sardegna nel campo della semplificazione per favorire una programmazione dal basso delle scelte in materia di innovazione".
L’ha detto l’assessore degli Affari Generali, Personale e Riforma, Mario Floris, anticipando alla stampa i contenuti del convegno nazionale "Semplificazione: Innovazione e Cooperazione in Sardegna", in programma a Cagliari il 28 e 29 ottobre prossimi.

L’esponente della Giunta Cappellacci ha posto l’accento sulla "necessaria inversione di tendenza rispetto al passato per restituire ai territori la centralità delle politiche e la convergenza tra bisogni e opportunità”.

"Per stare al passo con le nuove tecnologie - ha spiegato l’assessore Floris - la semplificazione dev’essere intesa a vantaggio del cittadino e delle imprese che, da semplici fruitori, diventano protagonisti dei processi che accompagnano l’innovazione nei servizi, per snellire i tempi della burocrazia e abbattere il divario digitale".

Per attuare quest’obiettivo con specifici progetti tecnologici, la Regione Sardegna ha messo a disposizione oltre 69 milioni di fondi Por, di cui 10 milioni già avviati, 13 milioni pronti da bandire e più di 45 milioni utilizzabili per idee progettuali.
"Ulteriori risorse, pari a 145 milioni di euro di fondi Fas - ha aggiunto Floris - sono già state utilizzate per lo sviluppo della Società dell’Informazione".

La due giorni di lavori, promossa dall’assessorato degli Affari Generali, Personale e Riforma in collaborazione con il Centro interregionale per i sistemi informatici, geografici e statistici (Cisis), si pone dunque come fase d’avvio per il confronto e lo scambio di esperienze tra enti e amministrazioni non solo regionali (Asl, Tribunale e Procura di Cagliari,Anci e Consiglio delle Autonomie Locali), ma anche nazionali (Emilia Romagna, Liguria, Marche) ed europee (Austria), per assicurare unitarietà e coerenza di obiettivi nell’ambito dell’e-governement.

Il convegno approfondirà lo stato dell’arte dei progetti già avviati - Timbro digitale, Comunas, Carta nazionale dei Servizi-Tessera sanitaria, Sardegna 20 Mbit, @ll-in, Surf in Sardinia - e le nuove strategie per facilitare l’approccio dei cittadini ai servizi dell’amministrazione regionale.


Programma del Convegno [file.pdf]