Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Sardegna verso la ripresa economica: Fitch prevede nel 2016 un incremento del pil e più occupazione. Confermato il rating

L'Agenzia ipotizza anche la riduzione del debito, una solida liquidità e la stabilità delle entrate, ricordando le iniziative messe in campo dall'amministrazione regionale per portar fuori la Sardegna dalla crisi, prima fra tutte il taglio permanente sull'Irap e la totale esenzione per le nuove imprese.
borsa economia tasse finanze
CAGLIARI, 28 SETTEMBRE 2015 - La Sardegna verso la ripresa economica con una leggera crescita del prodotto interno lordo nel 2016: dopo due anni di recessione (-2,7% nel 2012 e - 3,5% nel 2013) e altrettanti di stagnazione (2014-15), l'anno prossimo il Pil dovrebbe segnare un incremento dello 0,5%. È la previsione dell'Agenzia Fitch Ratings, che conferma il rating di lungo termine di "A-" e il rating di breve termine di "F2" al debito finanziario della Regione.

L'Agenzia ipotizza anche la riduzione del debito, una solida liquidità e la stabilità delle entrate, ricordando le iniziative messe in campo dall'amministrazione regionale per portar fuori la Sardegna dalla crisi, prima fra tutte il taglio permanente sull'Irap e la totale esenzione per le nuove imprese. Altri obiettivi attesi da Fitch sono la stabilizzazione del tasso di occupazione attorno al 50% e il contenimento del tasso di disoccupazione al 15%. I rating della Sardegna sono superiori a quelli dell'Italia (BBB+/Stabile) grazie alla sua elevata autonomia finanziaria e fiscale.

Leggi la traduzione in italiano del comunicato sul rating della Sardegna, pubblicato dall'Agenzia Fitch Ratings