Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Città sicure e intelligenti, Paci a Roma al Forum internazionale: Sardegna laboratorio nazionale

"Confermiamo la disponibilità della Sardegna a diventare laboratorio nazionale e internazionale dell'innovazione - ha detto Paci - La Giunta Pigliaru crede moltissimo nelle potenzialità dell'innovazione, della ricerca, dello sviluppo in settori strategici come l'ICT".
tastiera computer
ROMA, 18 MAGGIO 2016 - Territori intelligenti dall'Europa alla Sardegna: isola smart, intelligente dunque ma anche sostenibile, tecnologica, innovativa, creativa e strategica, pronta a diventare un laboratorio nazionale. Oggi a Roma con il vicepresidente della Regione Raffaele Paci terza tappa del percorso di collaborazione fra Sardegna e la multinazionale Huawei per rafforzare il ruolo di Cagliari e dell'intera Isola come laboratorio di smart and sustainable cities nell'ambito delle strategie di innovazione tecnologica e specializzazione intelligente messe in atto dalla Regione. Di città sicure, intelligenti e sostenibili si è parlato nella prima delle due giornate del Forum organizzato da Nazioni Unite (UNECE) e ospitato dal Ministero dell'Economia nel Tempio di Adriano a Roma, sede della Camera di Commercio di Roma. Per la Sardegna è intervenuto anche il presidente del Crs4 Luigi Filippini che ha illustrato nel dettaglio i progetti in tema di innovazione messi a punto ed elaborati dal centro di ricerca.

INNOVAZIONE STRATEGIA VINCENTE - Il vicepresidente Paci ha parlato di come i processi di innovazione, tema fortemente sostenuto sin dall'inizio di questa legislatura, possano essere recepiti, elaborati e rafforzati dall'intervento della politica. "Confermiamo la disponibilità della Sardegna a diventare laboratorio nazionale e internazionale dell'innovazione - ha detto Paci - La Giunta Pigliaru crede moltissimo nelle potenzialità dell'innovazione, della ricerca, dello sviluppo in settori strategici come l'ICT. Settori nei quali la Sardegna vanta competenze importanti e vere e proprie eccellenze, che noi rilanciamo anche attraverso la strategia intelligente S3 Sardegna, la Smart Specialisation Strategy".

UNIRE LE FORZE SU UN OBIETTIVO COMUNE - Fondamentale, per centrare l'obiettivo, creare forti alleanze con i soggetti interessati. "Sono convinto che per far funzionare tutto bene, per dare le spinte decisive bisogna fare massa: mettere insieme privati, università, ricerca, Regione a lavorare su un forte obiettivo comune: fare della Sardegna un esempio a livello internazionale di regione intelligente e sostenibile. Bisogna avere il coraggio di puntare fortemente su queste scommesse - conclude il vicepresidente della Regione -. Le basi favorevoli ci sono tutte, sta a noi metterle a sistema per favorire attraverso l'innovazione la crescita dell'occupazione e ricchezza per l'Isola".