Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Salone internazionale del libro di Torino, al via la 31' edizione con omaggio a Manlio Brigaglia

L'assessore Dessena ha voluto ricordare la figura di Manlio Brigaglia, scomparso questa mattina, e dedicargli l'apertura della manifestazione editoriale. "Un uomo di cultura a tutto tondo, storico, giornalista, intellettuale raffinato - ha detto l'assessore - che ha dato tanto alla Sardegna , e non solo, in termini culturali e che lascerà certamente una importante eredità ma anche un vuoto significativo".
Dessena Salone del libro Torino
Torino,10 maggio 2018 - Al via alla 31esima edizione del Salone del libro di Torino. Ad aprire la manifestazione allo stand Sardegna, l'assessore della Cultura Giuseppe Dessena,che ha portato i saluti anche degli altri componenti della Giunta, Barbara Argiolas assessora del Turismo e Pier Luigi Caria assessore della Agricoltura. I tre assessorati, con la collaborazione dell'AES, associazione editori sardi, hanno lavorato insieme per la prima volta per la realizzazione del programma 2018, che oltre al più classico libro, porta in Piemonte molte novità per dare stimolo alla narrazione della nostra isola. L'assessore Dessena ha voluto ricordare la figura di Manlio Brigaglia, scomparso questa mattina, e dedicargli l'apertura della manifestazione editoriale. "Un uomo di cultura a tutto tondo, storico, giornalista, intellettuale raffinato - ha detto l'esponente della giunta Pigliaru - che ha dato tanto alla Sardegna , e non solo, in termini culturali e che lascerà certamente una importante eredità ma anche un vuoto significativo".
Dessena ha ricordato Inoltre l'importanza della scelta fatta dalla Giunta per questa edizione del Salone: "Portare una immagine quanto più completa di ciò che è la nostra terra e la nostra identità, tenendo il libro e l'editoria al centro del progetto ma innovando, attraverso il racconto materiale e che coinvolge tutti i sensi dello spettatore, per esempio con la preparazione in loco del nostro cibo, l'esposizione di olio, pane e vino, e le proiezioni del nostro miglior cinema. Per questo ritengo importantissimo il sodalizio tra gli assessorati, e la collaborazione dell'agenzia LAORE e dell'AES, per fornire ai visitatori una immagine integrata e non scontata di Sardegna e fare di tutto questo punti forti di attrazione".

GLI EVENTI DELLA PRIMA GIORNATA. Allo stand Sardegna la kermesse si è aperta con la presentazione di tre titoli. Si inizia con "Gallura. Gli stazzi" dell'autore Franco Fresi, a cura di Paolo Sorba Editore.
Per Carlo Delfino Editore il suggestivo "Sardegna.20fotografi di Natura" a cura di di Domenico Ruju.
In chiusura, il giovanissimo liceale cagliaritano, Matteo Porru, che ha spiegato come il suo "Quando sarai grande" (editore Alessandro Cocco a cura di Edizioni La Zattera) sia il suo libro più complesso, che racconta la storia di un rapporto tra padre e figlio, ambientato tra Milano e Genova, che intreccia una chiave di lettura a più livelli, dal drammatico al filosofico, sottolineando la lotta costante tra l'uomo, il tempo e istantanee di ricordi e sensazioni tra diverse generazioni.

EDITORI. L'Aes conferma la sua presenza a distanza di oltre trent’anni dalla prima partecipazione e l’ha fatto portando editore associati e non in fiera", ha detto Simonetta Castia, presidente dell'Aes, associazione editori sardi. "Editori che così hanno avuto la possibilità di partecipare, di essere presenti alla più grande vetrina dell’editoria italiana e di promuoversi attraverso le opere che rispondono al tema generale del Salone "Un giorno tutto questo". Un tema che per la Castia vuole creare un ponte tra l'Isola e il mondo per "far sì che la diversità culturale della nostra terra, i suoi paesaggi, le nostre tradizioni e la sua arte possano incontrare il favore del pubblico così numeroso già dal primo giorno qui a Torino".
Anche Simonetta Castia, a nome di tutta la delegazione sarda a Torino e di tutti i sardi ha voluto dedicare la partecipazione della Sardegna al Salone del libro a Manlio Brigaglia, storico, accademico, giornalista e soprattutto "facitore di libri" come amava definirsi, venuto a mancare proprio oggi.Un grave lutto per tutta l'Isola".

SARDEGNA E CINEMA. Stasera, per il Salone Off, al cinema Massimo, alle ore 20.30 è previsto l'eventoVISIONI SARDE: Corti di Sardegna. Proiezione dei cortometraggi “A casa mia” di Mario Piredda, vincitore del David di Donatello 2017; “Futuro Prossimo” di Salvatore Mereu, in selezione speciale ai Nastri d’Argento 2018, premio speciale della Giuria Visioni Sarde 2018 e ancora “L’ultimo miracolo” di Enrico Pau, in selezione ai Nastri d’Argento 2018. Seguirà un dibattito sul cinema sardo alla presenza dell’assessore della Cultura Giuseppe Dessena, la Presidente della FASI Serafina Mascia, e i registi Mario Piredda, Salvatore Mereu ed Enrico Pau. A coordinare i lavori Paolo Serra, responsabile regionale dei Centri Servizi Culturali Umanitaria Sardegna.