Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Export, +8,1% nel secondo trimestre del 2018 rispetto allo scorso anno. Piras: aumento legato anche agli interventi sull'internazionalizzazione

"È l'ennesimo dato positivo che registriamo sul fronte dell'export", ha commentato l'assessora dell'Industria Piras, intervenendo a un incontro con gli imprenditori convocato dalla CONFAPI Sardegna per approfondire i dettagli del nuovo bando per l’Internazionalizzazione destinato alle imprese singole.
Cagliari, 13 settembre 2018 - Cresce l'export delle imprese sarde: +8,1%, al netto delle produzioni petrolifere, nel secondo trimestre del 2018 rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. È quanto si evince dai nuovi Dati congiunturali ISTAT sul commercio estero. Sempre rispetto al secondo trimestre 2017, si registra un calo delle importazioni del -2,9%. L'incremento dell’export deriva da una performance particolarmente positiva dei flussi di merci verso i mercati europei (+20,5% la variazione tendenziale). Il buon andamento delle esportazioni segue un trend fortemente positivo: per il quarto anno consecutivo si registra, in questo stesso periodo dell’anno, una variazione di segno più.

PIRAS: CONTINUIAMO A SOSTENERE LE IMPRESE. "È l'ennesimo dato positivo che registriamo sul fronte dell’export", ha commentato l’assessora dell’Industria, Maria Grazia Piras, intervenendo a Cagliari a un incontro con gli imprenditori convocato dalla CONFAPI Sardegna per approfondire i dettagli del nuovo bando per l’Internazionalizzazione destinato alle imprese singole. "Le azioni e gli interventi attuati in questi ultimi quattro anni hanno generato risultati quasi insperati", ha detto l’assessora Piras. "Ormai è assodato: l’export si è rafforzato e in molti casi siamo riusciti nell’intento di mettere insieme le imprese, di fare rete, per arrivare in mercati nuovi e dalle enormi potenzialità per chi vuole espandere il volume d’affari. Siamo la terza regione in Italia per investimenti nel sostegno alle aziende che puntano all’export. Rispetto al passato, siamo riusciti a invertire la tendenza. La strada è quella giusta, anche se resta ancora tanto da fare. Ecco perché il Piano di incentivi non si ferma, anzi, va avanti e lo sosteniamo con rinnovato vigore, confrontandoci con le aziende, ascoltando le loro richieste e i loro suggerimenti. Finora abbiamo accompagnato oltre 600 aziende alla conquista di nuovi mercati esteri attraverso bandi per singole imprese, reti di imprese, associazioni di categoria e consorzi, con attività di formazione, forum tematici, incontri B2B e numerose missioni all’estero, in particolare per le imprese dell’agroalimentare e dell’ICT. Tra le azioni previste nei prossimi mesi – ha ricordato l’assessora Piras – oltre ai nuovi bandi, daremo sostegno agli imprenditori con l’Export Lab per la formazione di export manager. I corsi si terranno a Cagliari e Sassari. Ci sarà anche un bando ad hoc riservato agli imprenditori della provincia di Nuoro. Non meno importanti saranno le missioni all’estero. A fine mese saremo a Londra per presentare il Sistema Sardegna al mondo economico e finanziario londinese. Vi parteciperanno 12 start up e imprese innovative. Infine, è prevista la partecipazione della Regione all’edizione 2019 del CES di Las Vegas. La presenza all’edizione 2018 è stata un successo per le start up e le imprese innovative provenienti dalla Sardegna. Ricordo che la nostra era una delle delegazioni italiane più numerose, segno che in questo settore il potenziale dell’isola è enorme”.

IL NUOVO BANDO. Dal prossimo 20 settembre le micro, piccole e medie imprese della Sardegna intenzionate a esportare i propri prodotti potranno contare su nuovi incentivi predisposti dall’Assessorato dell’Industria. Tra una settimana, infatti, si potranno presentare le domande relative al nuovo Bando per l’Internazionalizzazione, destinato a imprese singole, che prevede uno stanziamento di 3 milioni e mezzo di euro per la realizzazione di piani di penetrazione nei mercati esteri. La misura è inserita nel Programma Triennale 2015-2018, aggiornato di recente al 2020. Le agevolazioni vanno da un minimo di 5mila euro a un massimo di 150mila euro e saranno concesse per servizi di consulenza erogati da consulenti esterni, installazione e gestione di stand per partecipare a fiere e mostre, spese per realizzare campagne promozionali, missioni e workshop all’estero e organizzazione di educational tour. Le domande potranno essere presentate fino al 20 febbraio 2019 attraverso la piattaforma elettronica SIPES. Tutte le informazioni sono reperibili sul sito della Regione e sul sito www.sardegnaimpresa.it