Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Industria, Piras: avanti con la razionalizzazione delle partecipate. Giunta approva cancellazione Nuova Mineraria Silius

"Procediamo nell'azione virtuosa di riordino delle società partecipate in base al Piano approvato nel 2016". Così l'assessora Piras.
Assessorato Industria
Cagliari, 4 dicembre 2018 – Atto finale per la Nuova Mineraria Silius. La chiusura e la cancellazione dal registro delle imprese della società sono state sancite oggi dalla Giunta con una delibera presentata dall’assessora dell’Industria, Maria Grazia Piras. “Procediamo nell’azione virtuosa di riordino delle società partecipate in base al Piano approvato nel 2016”, commenta l’assessora Piras. “Per quanto riguarda l’Industria, quattro anni fa detenevamo 11 partecipazioni dirette e circa una ventina di partecipazioni indirette fra cui molte minoritarie detenute in società non più attive. A oggi, invece, si detengono partecipazioni dirette in sole 8 società, per cinque delle quali è in corso di conclusione la procedura liquidatoria. Abbiamo quindi attuato una politica di razionalizzazione, in linea con gli indirizzi nazionali, orientata a garantire una maggiore economicità ed efficacia nella gestione delle società, alla chiusura delle società inattive e all’accorpamento della gestione dei servizi. Si tratta di un lavoro avviato già prima dell’entrata in vigore del Testo Unico sulle società a partecipazione pubblica che poi dal Decreto Legislativo ha ricevuto un nuovo impulso e nuovi strumenti operativi". Le società chiuse dal 2014 al 2018 sono il Consorzio Forgea, la SIPAS, la Nuova Valriso, la SIGMA Invest, la Nuova Sardamag, la Palmas Cave e la Seamag. Entro l'anno sarà chiusa anche la Sarind. “Il percorso che ha portato alla chiusura della Nuova Mineraria Silius, in liquidazione dal 2006, è stato lungo e complesso. Ma ora - conclude l'assessora Piras - anche su questa vicenda siamo riusciti a mettere la parola fine”. La cancellazione della società dal registro delle imprese avverrà entro il 2018.