Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Dieci milioni per il futuro della Manifattura, porta su Cagliari che si affaccia nel mondo

Dieci milioni in tre anni per nuovi spazi, infrastrutture, attività con associazioni e imprese e gestione della Manifattura Tabacchi di Cagliari. Le procedure partiranno subito, con bandi e concorsi di idee, grazie alla delibera approvata dalla Giunta su proposta dell’Assessorato della Programmazione che attraverso l’agenzia Sardegna Ricerche ha curato l’intero percorso fino alla riapertura. La delibera stanzia 10 milioni di euro per interventi nel triennio 2019-2021.
Ex Manifattura tabacchi
Cagliari, 5 febbraio 2019 - Dieci milioni in tre anni per nuovi spazi, infrastrutture, attività con associazioni e imprese e gestione della Manifattura Tabacchi di Cagliari. Le procedure partiranno subito, con bandi e concorsi di idee, grazie alla delibera approvata dalla Giunta su proposta dell’Assessorato della Programmazione che attraverso l’agenzia Sardegna Ricerche ha curato l’intero percorso fino alla riapertura. La delibera stanzia 10 milioni di euro per interventi nel triennio 2019-2021.

PROGETTI E BANDI IN PROGRAMMA - “Un nome e un logo per la Manifattura Tabacchi”: si parte subito con un concorso di idee per dare un nome alla struttura e identificarla con un logo. Ci sono poi i Progetti “Manifattura per la Comunità”, attività di co-progettazione dedicata ad associazioni, imprese, cittadini, gruppi informali che potranno immaginare e costruire progetti temporanei, e “Manifattura e il suo Impatto”, per avviare un processo di produzione, analisi e utilizzo di Open Data culturali. Con un “MasterPlan per la Manifattura” si punta invece a fotografare l’esistente e contestualmente progettare nuovi sistemi di relazione spaziale.



COME SARANNO UTILIZZATI I 10 MILIONI STANZIATI DALLA GIUNTA - Il piano finanziario riguarda il triennio 2019-2021. 4 milioni saranno utilizzati per rendere fruibili nuovi spazi, dunque: rifacimento e messa in sicurezza delle facciate interne ed esterne; interventi per rendere fruibile la terrazza sopra l’ex cinema Due Palme; realizzazione di nuove vie di esodo, per esempio con l’acquisizione degli spazi adiacenti via Lanusei; messa in sicurezza del primo piano della sala convegni al primo piano e interventi di riqualificazione della Corte. 2 milioni sono destinati a manutenzioni e adeguamenti infrastrutturali; 2,7 milioni alle attività di animazione per associazioni e imprese e, infine, 1 milione alla gestione ordinaria della struttura.

LE ATTIVITÀ SVOLTE IN DUE ANNI, 250 EVENTI CON 120MILA PARTECIPANTI - Due milioni e 130mila euro il finanziamento che era disponibile per il biennio 2017-2018. Con 1 milione e 300mila euro sono stati realizzati una serie di interventi tecnici e infrastrutturali, accompagnati dalla necessaria documentazione amministrativa, per garantire una piena utilizzabilità degli spazi in piena sicurezza: riaccatastamento dell’intero fabbricato, agibilità degli spazi, certificazione energetica Ape, certificato prevenzione incendi (CPI), classificazione acustica e prove di carico statico, silenziamento degli impianti di condizionamento, cablaggi Lan e reti Wi-Fi. 400mila euro sono stati destinati alla gestione ordinaria degli spazi, aperti al pubblico con circa 250 eventi di cui 60 organizzati da imprese, 90 da associazioni culturali, di volontariato, sportive e di categoria; 40 da enti pubblici e istituzionali e 50 da Sardegna Ricerche. Gli eventi hanno coinvolto circa 120mila partecipanti: per il 50% si è trattato di convegni e seminari, per il 23% di grandi eventi come mostre, rassegne, festival, spettacoli di musica, danza e teatro, per il 15% di attività formative (corsi e master), per il 10% di saloni e fiere, prima fra tutti Sinnova e, infine, per il 2% di altre attività. Sono poi state avviate le procedure pubbliche per la concessione degli spazi ad uso commerciale: l’area bar da 300 metri quadri e 4 lotti di 2000 metri quadri per industrie culturali e creative, piattaforme digitali, settori complementari come l’educazione, il turismo culturale e l’innovazione tecnologica. È stato poi attribuito l’incarico per Manager Culturale, il cui compito è quello di costruire il programma dei prossimi anni, creando sinergie nell’ambito artistico-culturale (alle prestazioni professionali erano stati destinati 430mila euro).

Per permettere di completare le azioni avviate, la concessione di Manifattura Tabacchi a Sardegna Ricerche è stata prorogata fino al 31 dicembre 2023.