Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Porto Canale, al Ministero del Lavoro firmato accordo Cassa integrazione lavoratori

"Un risultato ottenuto grazie alla collaborazione di tutte le parti coinvolte - ha aggiunto l’esponente della Giunta Solinas - Infatti, ognuno ha recitato un ruolo importante, dai ministeri competenti, al Comune di Cagliari fino all’Autorità portuale, ma il maggiore ringraziamento va ai sindacati ed ai lavoratori, che non hanno mai smesso di lottare".
ZEDDA CIG ROMA
Cagliari, 3 agosto 2019 - Oggi, al Ministero del Lavoro, è stato ratificato definitivamente l’accordo per la cassa integrazione dei dipendenti della Cict al Porto canale di Cagliari: “Abbiamo scongiurato il licenziamento dei 207 lavoratori ed ora, insieme agli ammortizzatori sociali, parte, per l’intera durata della cassa integrazione, anche un piano di politiche attive per il lavoro che riguarderà la formazione e la valorizzazione delle competenze”. Lo ha detto l’assessore regionale del Lavoro, Alessandra Zedda, dopo la firma sull’accordo che sancisce i dodici mesi di Cig a favore dei lavoratori.

"Un risultato ottenuto grazie alla collaborazione di tutte le parti coinvolte - ha aggiunto l’esponente della Giunta Solinas - Infatti, ognuno ha recitato un ruolo importante, dai ministeri competenti, al Comune di Cagliari fino all’Autorità portuale, ma il maggiore ringraziamento va ai sindacati ed ai lavoratori, che non hanno mai smesso di lottare".

"Adesso, è intendimento della Giunta regionale puntare al rilancio del Porto canale e delle sue attività, considerando la strategicità dell’attività di transhipment per il Porto di Cagliari, così da conquistare un ruolo strategico nel Mediterraneo", ha concluso assessore Zedda.