Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Contributi per la promozione e il potenziamento centri antiviolenza e case accoglienza-rifugio

03.12.20 - servizi sociali e assistenziali
La Direzione generale delle Politiche sociali ricorda che alle ore 14.00 del 10 dicembre scadono i termini per la partecipazione all’avviso per la promozione e per il potenziamento dei centri antiviolenza e delle case di accoglienza/rifugio per le donne vittime di violenza e loro figli e per il rafforzamento della rete dei servizi territoriali.

L’avviso finanzia progetti finalizzati a:
-promuovere la conoscenza del fenomeno su tutto il territorio regionale, al fine di accrescerne la consapevolezza e la sensibilità;
- potenziare la rete di sostegno alle donne vittime di violenza e ai loro figli attraverso il consolidamento e il rafforzamento dei servizi territoriali, dei Centri Antiviolenza (CAV), delle Case di Accoglienza (CA) e dei servizi di assistenza, prevenzione e contrasto che, a diverso titolo, entrano in relazione con le donne vittime di violenza;
- potenziare il livello di accoglienza e sostegno alle donne vittime di violenza di genere;
- individuare adeguate misure di supporto volte a garantire i servizi educativi e di sostegno scolastico per i minori vittime di violenza assistita;
- garantire una adeguata formazione delle operatrici dei CAV e delle CA.

Inoltre, in relazione all’emergenza sanitaria da Covid-19, si intende promuovere la realizzazione di progetti incentrati sull’implementazione e il rafforzamento del sistema alloggiativo, sia dal punto di vista dell’individuazione di alloggi "filtro" che consentano il successivo ingresso in sicurezza nelle Case di accoglienza, sia dal punto di vista dell’aumento dei posti disponibili e sia all’individuazione di soluzioni residenziali alternative o di protezione di secondo livello nei casi in cui la valutazione del rischio non risulti elevata.

Una parte dei progetti sarà destinata al potenziamento dei dispositivi telematici e informatici e di ogni forma di comunicazione a distanza a favore dei Centri antiviolenza e delle Case di accoglienza anche per garantire la continuità didattica ai figli minori delle vittime di violenza ospiti nelle Case di accoglienza.

Possono partecipare all’avviso:
- enti locali, in forma singola o associata;
- associazioni e organizzazioni operanti nel settore del sostegno e dell’aiuto alle donne vittime di violenza, che abbiano maturato esperienze e competenze specifiche in materia di violenza contro le donne, che utilizzino una metodologia di accoglienza basata sulla relazione tra donne, con personale formato specificatamente sulla violenza di genere.
- soggetti di cui alle lettere a) e b), di intesa o in forma associata/consorziata/in partenariato.

Saranno ammesse a finanziamento con priorità le proposte progettuali presentate da soggetti pubblici e privati che non risultino beneficiari di risorse regionali e statali assegnate ai sensi delle Deliberazioni della Giunta regionale n. 40/8 del 4.08.2020 e n. 41/34 del 7.08.2020.

Consulta i documenti


Ultimo aggiornamento: 03.12.20