Prova la versione BETA del sito e invia la tua opinione
Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Tartufo sardo: la Regione istituisce un tavolo tecnico. L’assessore Lampis: "Valorizzare anche con legge regionale una grande ricchezza del territorio"

L'Assessore della Difesa dell'Ambiente Gianni Lampis evidenzia come, a fronte di potenzialità di sviluppo, testimoniate dalla qualità riscontrata nel prodotto, non corrisponda una pari rilevanza economica della filiera.
Intendiamo, dice l’assessore Lampis, consentire una piena valorizzazione economica della risorsa ed una auspicabile verticalizzazione di prodotto, finalizzata alla generazione di impatti economici significativi.
Foresta
Cagliari, 14 settembre 2021 - Valorizzare una ricchezza del territorio sardo troppo a lungo trascurata, e che può rappresentare un significativo motore di economia per le zone interne.
Con questo obiettivo la Regione ha deciso l’istituzione del tavolo tecnico della filiera del tartufo sardo.
L'Assessore della Difesa dell'Ambiente Gianni Lampis evidenzia come, a fronte di potenzialità di sviluppo, testimoniate dalla qualità riscontrata nel prodotto, non corrisponda una pari rilevanza economica della filiera.
Intendiamo, dice l’assessore Lampis, consentire una piena valorizzazione economica della risorsa ed una auspicabile verticalizzazione di prodotto, finalizzata alla generazione di impatti economici significativi.
Il primo programma regionale per la tartuficoltura risale agli anni '90; da quella data non sono state sistematizzate azioni operative tali da diffondere ed incrementare le produzioni e permetterne
la promozione.
Il settore tartuficolo, prosegue l'Assessore Lampis, è in espansione in Sardegna, ma occorre evitare un utilizzo non sostenibile della risorsa.
E’ necessario dunque, dice l’assessore Lampis, agire su alcune leve strategiche che consentano di programmare interventi che ne consentano un utilizzo corretto e sostenibile.
Negli ultimi anni l'Agenzia Forestas e l'Associazione dei Tartufai sardi hanno, di concerto, individuato alcune linee di attività in tal senso, e se ne sono fatti portavoce presso l'Assessore della Difesa
dell'Ambiente.
Il tavolo tecnico nasce proprio per consentire la ripresa di un dialogo che porti, dopo molti anni
e molte proposte arenate, alla redazione di una proposta di legge regionale.
Sarà composto da rappresentanti nominati dalla Giunta Regionale, dall'Agenzia Forestas, dal Corpo Forestale e dall'Associazione Regionale Tartufai.
Ai partecipanti al tavolo tecnico non spettano compensi.