Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Agenti di Commercio, allineamento dei sistemi e nuova scadenza per accedere al contributi di 8 milioni di euro. Il Presidente Solinas: "Vicini a chi opera sul territorio"

Agli agenti e rappresentanti di commercio sardi colpiti dall’emergenza epidemiologica con conseguente riduzione del proprio fatturato sono infatti stati destinati 8 milioni di euro, che ora potranno essere meglio distribuiti andando a coprire l’intera platea di richiedenti.
Presidente Solinas
Cagliari, 3 marzo 2022 – La Regione raccoglie l’allarme delle migliaia di agenti di commercio sardi e, in accordo con le Camere di commercio (soggetti attuatori dei bandi voucher), adegua i sistemi informatici alle necessità degli operatori e posticipa i termini per richiedere l’agevolazione prevista dal Bando Vaucher “Indennizzi” Agenti Di Commercio. Agli agenti e rappresentanti di commercio sardi colpiti dall’emergenza epidemiologica con conseguente riduzione del proprio fatturato sono infatti stati destinati 8 milioni di euro, che ora potranno essere meglio distribuiti andando a coprire l’intera platea di richiedenti.

“È il tempo dell’ascolto, della vicinanza e del sostegno. La Sardegna potrà intercettare prima la ripresa e ricominciare a percorrere il sentiero della crescita economica e dello sviluppo se sapremo ascoltare le esigenze dei diversi settori che compongono la nostra economia, delle Comunità, degli operatori – ha spiegato il Presidente della Regione Christian Solinas - La Regione nel corso di questi due anni si è mostrata vicina a chi opera nel territorio, prevedendo misure economiche capaci di sostenere i settori maggiormente colpiti dalla crisi, per consentire agli operatori di proseguire le attività rimanendo attivamente sul mercato”.

È stata quindi accolta la richiesta d’aiuto degli agenti di commercio, definendo il percorso che poi ha portato alla soluzione del problema. “Con spirito di collaborazione positivo abbiamo recepito le richieste che arrivavano dal mondo degli agenti di commercio – ha proseguito il Presidente Solinas – i cui operatori ora potranno accedere ai contributi guardando con maggiore serenità al futuro, a testimonianza della volontà di essere realmente punto di riferimento per i cittadini e le cittadine sarde”.

Il problema (che senza soluzione avrebbe comportato l’esclusione di centinaia di operatori), ha riguardato il codice ATECO che classifica l’attività economica degli agenti iscritti nel Registro delle Imprese, per il quale è stato richiesto un nuovo allineamento in maniera tale da consentire a tutti di partecipare. Insieme alla soluzione tecnica è stata prevista una dilazione dei tempi di ammissibilità delle domande. Per permettere l'evasione delle istruttorie relative all'aggiornamento dei codici Ateco da parte delle Camere di Commercio, le imprese sono quindi state invitate a chiedere l’adeguamento per permettere l'inserimento della richiesta di agevolazione entro il nuovo termine del 7 marzo. Ogni agente di commercio operante e residente in Sardegna potrà ottenere un indennizzo fino a un massimo di 2 mila euro.