Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Strade, manutenzioni programmate raddoppiate in due anni e mezzo. L'Assessore Salaris: "Massimo impegno per la sicurezza"

“Le manutenzioni programmate garantiscono un sistema di viabilità più moderno e sicuro e i dati confermano l’impegno della Regione volta ad ammodernare il patrimonio stradale della Sardegna. Il piano di investimenti in manutenzioni della rete è il risultato della strategia messa in campo in questi due anni e mezzo e orientata al superamento della logica dell’intervento emergenziale”, ha detto l’Assessore regionale dei Lavori Pubblici, Aldo Salaris.
cantieri-stradali-meilogu-ruspa
Cagliari, 2 aprile 2022 - Manutenzioni programmate più che raddoppiate nella Legislatura in corso. Dal 2019 a oggi il miglioramento funzionale di alcuni itinerari e la riqualificazione di opere come ponti e viadotti ha subito un forte impulso, con risorse impiegate per pagare le imprese passate dai 32 milioni di tre anni fa ai 64 milioni di oggi (nel 2018 la manutenzione programmata aveva prodotto pagamenti che si erano fermati a 28 milioni di euro circa). Guardando al dettaglio dei segmenti di intervento, per l’anno in corso la produzione (quindi il pagato alle imprese sempre per le manutenzioni) si aggira attorno ai 22 milioni per le opere d’arte come ponti, viadotti, cavalcavia, 17 milioni per il piano viabile, 10 milioni per le opere complementari (quelle a corredo delle opere maggiori), 6 milioni per le barriere, quindi i guardrail, e 6 milioni per gli impianti (illuminazione o antincendio, per esempio).

“Le manutenzioni programmate garantiscono un sistema di viabilità più moderno e sicuro e i dati confermano l’impegno della Regione volta ad ammodernare il patrimonio stradale della Sardegna. Il piano di investimenti in manutenzioni della rete è il risultato della strategia messa in campo in questi due anni e mezzo e orientata al superamento della logica dell’intervento emergenziale”, ha detto l’Assessore regionale dei Lavori Pubblici, Aldo Salaris, nel corso del suo intervento alla Scuola di formazione politica promossa dai Riformatori sardi, alla presenza, tra gli altri, dei rappresentanti del compartimento sardo di Anas.

Per le manutenzioni sono previsti nel complesso investimenti per circa 700 milioni, di cui 284 per interventi in progettazione, 128 per interventi di prossimo avvio, 132 per interventi in corso (oltre agli interventi già ultimati, 176 milioni). L’Assessore Salaris, evidenziando punto per punto l’attività svolta dalla Giunta regionale, ha rimarcato l’impegno della Regione volto a pianificare gli investimenti e programmare gli interventi e poi a realizzare nuove opere. “Contestualmente all’imponente azione di manutenzione programmata incentrata sulla valorizzazione e riqualificazione di un patrimonio stradale mediamente in fase avanzata del suo ciclo di vita – ha proseguito l’esponente della Giunta Solinas - abbiamo accelerato la realizzazione di nuove opere, che si stanno concentrando prevalentemente su tre direttrici: la Sassari-Olbia, la 131 Carlo Felice, la 125 Orientale Sarda. A queste si aggiungono la 195, la 130 e la 554 nell’area metropolitana di Cagliari, e il completamento di itinerari strategici come la 291 Sassari-Alghero”, ha concluso l’Assessore.