Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Corsi d’acqua, pubblicato il bando per la manutenzione. L'Assessore Salaris: "Tempestività per rispondere alle esigenze dei territori"

L’obiettivo della Regione è di garantire la sicurezza idraulica del territorio. Sulla base di specifici criteri di ammissione, incentrati sui principi di equità, oggettività e trasparenza, gli Enti locali potranno attingere al plafond messo a disposizione dalla Regione in chiave di contrasto al dissesto idrogeologico e per una maggiore sicurezza dei territori. Guardando alla somma complessiva, 8 milioni circa saranno destinati all’anno in corso, 9 milioni al 2023 e 10 milioni all’annualità 2024.
ambiente fiumi acqua
Cagliari, 13 luglio 2022 – È stato appena pubblicato il bando che consentirà agli Enti locali di beneficiare di un contributo per la manutenzione ordinaria dei corsi d’acqua. Si tratta di 27 milioni di euro nel triennio 2022-2024 stanziati con delibera di Giunta, a cui ora fa appunto seguito il bando. L’obiettivo della Regione è di garantire la sicurezza idraulica del territorio. Sulla base di specifici criteri di ammissione, incentrati sui principi di equità, oggettività e trasparenza, gli Enti locali potranno attingere al plafond messo a disposizione dalla Regione in chiave di contrasto al dissesto idrogeologico e per una maggiore sicurezza dei territori. Guardando alla somma complessiva, 8 milioni circa saranno destinati all’anno in corso, 9 milioni al 2023 e 10 milioni all’annualità 2024.

“Si tratta di una importante e strategica attività tesa a garantire la sicurezza dei territori e per questo, con celerità rispetto all’approvazione della delibera che stanziava le risorse, ci siamo attivati per procedere alla pubblicazione del bando. Il contributo – spiega l’Assessore dei Lavori Pubblici, Aldo Salaris - nasce dalla volontà della Regione di assicurare agli Enti locali un sostegno finanziario per intervenire nelle situazioni più critiche dei rispettivi territori e – conclude l’Assessore Salaris - garantire una migliore efficienza del funzionamento idraulico dei corsi d’acqua, con benefici sulle condizioni generali di sicurezza ed incolumità delle persone e di salvaguardia dei beni”.

Gli interventi di manutenzione dei corsi d’acqua consistono principalmente nella rimozione di sedimenti che sono di ostacolo al deflusso regolare delle piene, dall’alveo e dalle sponde, e potatura o taglio di alberi e vegetazione.