Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Golfo Aranci, la Regione si impegna a finanziare la realizzazione del molo di protezione dei pontili. Assessori Salaris e Fasolino: "Opera strategica e necessaria per la sicurezza"

Prosegue l’impegno della Regione sul fronte della portualità turistica con l’obiettivo di efficientare le infrastrutture esistenti e realizzare nuove strutture portuali che rendano navigabile, in sicurezza.
Golfo Aranci, 16 settembre 2022 – Prosegue l’impegno della Regione sul fronte della portualità turistica con l’obiettivo di efficientare le infrastrutture esistenti e realizzare nuove strutture portuali che rendano navigabile, in sicurezza, la Sardegna nell’intero perimetro costiero rendendo maggiormente attrattive le coste sarde. Si svolto all’interno di questa cornice, alla presenza degli assessori regionali dei Lavori Pubblici, Aldo Salaris, e della Programmazione, Giuseppe Fasolino, il sopralluogo presso il porto di Golfo Aranci. All’incontro di carattere istituzionale che ha preceduto il sopralluogo, alla presenza dei rappresentanti dell’Amministrazione comunale, sono state esaminate le necessità della località costiera che nel corso dell’estate arriva a contare circa 40mila presenza (dalle 2.200 circa dei mesi invernali), ovvero la costituzione di un molo a protezione dei pontili esistenti e quindi dei posti barca che attualmente, in circostanze meteo avverse, sono necessariamente costrette a lasciare il porto.

“La necessità si concentra sull’esigenza di dotare il porto di una infrastruttura che non sia impattante, che abbia un costo contenuto ma che protegga definitivamente le strutture gestite in loco accrescendo le condizioni di sicurezza, migliorando i servizi e facendo del porto di Golfo Aranci un vero porto turistico”, ha spiegato l’Assessore della Programmazione Fasolino illustrando lo stato attuale del porto.

“Stiamo parlando di un’opera strategica per lo sviluppo del territorio”, ha proseguito l’Assessore dei Lavori Pubblici, che nel corso di questi mesi è stato impegnato in una serie di sopralluoghi propedeutici alla predisposizione del Piano regionale della portualità turistica che sarà proposto alla Giunta per l’adozione definitiva entro la fine di marzo. “Il potenziamento della rete dei porti della Sardegna rappresenta una opportunità di sviluppo, non solo del settore del turismo diportistico, ma dell’intera Isola. La Giunta regionale è presente, concentrata, decisa nel portare a compimento uno dei progetti più ambiziosi per lo sviluppo futuro della Sardegna”, ha concluso l’Assessore Salaris.