Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Ambiente, bando per contributi alle imprese agricole e forestali delle aree interne e marginali per messa in sicurezza, manutenzione del suolo e rimboschimento

“La misura, in applicazione del ‘Decreto Clima’, è la prima di una serie di agevolazioni riservate alle imprese iscritte all’Albo regionale" – ha spiegato l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis.
ambiente-montagne-boschi-trekking-
Cagliari, 14 ottobre 2022 – Verrà pubblicato lunedì prossimo l’Avviso pubblico per la concessione di contributi alle imprese agricole e forestali delle aree interne e marginali per interventi di messa in sicurezza, manutenzione del suolo e rimboschimento.

“La misura, in applicazione del ‘Decreto Clima’, è la prima di una serie di agevolazioni riservate alle imprese iscritte all’Albo regionale – ha spiegato l’assessore regionale della Difesa dell’ambiente, Gianni Lampis – Rientra anche tra le azioni che la Giunta regionale sta portando avanti per il potenziamento del settore forestale privato, iniziato qualche mese fa con l’istituzione dell’Albo regionale delle imprese forestali. L’Albo è lo strumento che garantisce la professionalità delle imprese iscritte, la sostenibilità del lavoro in bosco e il rispetto delle norme di sicurezza nei cantieri forestali, promuovendo la formazione e l’aggiornamento professionale degli operatori forestali e delle loro imprese. Un con concreto sostegno alla crescita delle imprese che operano nei settori forestale, ambientale e sughericolo”.

Le risorse disponibili ammontano complessivamente a 348mila euro, con un massimale di 35mila euro per intervento. E’ prevista una quota di cofinanziamento da parte del beneficiario, a fronte di un contributo pubblico fino ad un massimo del 95% dei costi sostenuti per la realizzazione degli interventi.

“L’Avviso finanzia interventi volti alla difesa e messa in sicurezza del suolo, al rinfoltimento, all’imboschimento e al rimboschimento, con l’obiettivo di favorire la tutela ambientale, la gestione del paesaggio e di contrastare il dissesto idrogeologico nelle aree interne e marginali del Paese”, ha aggiunto l’assessore Lampis.