Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Programma GOL, il Presidente Solinas: “Sardegna virtuosa, Regione impegnata ad abbattere le diseguaglianze”

“La Regione – ha proseguito il Presidente Solinas - ha avviato anche nell’ambito delle politiche attive quella stagione delle riforme necessaria per combattere gli effetti della crisi e affrontare, al contempo, in maniera efficace e incisiva quei fattori di ostacolo allo sviluppo occupazionale della Sardegna”
Pr. Christian Solinas
Cagliari, 2 novembre 2022 – “Anche il Sole 24Ore riconosce gli sforzi compiuti dalla Sardegna per rispondere positivamente alla sfida europea sull’occupazione, raggiungendo il target fissato dal PNRR per il Programma Garanzia Occupabilità dei lavoratori (GOL) e rientrando tra le regioni in regola, 13 secondo l’ultimo aggiornamento Anpal di metà ottobre. Avere centrato gli obiettivi dell’Europa, con progetti finalizzati a favorire e migliorare l’inserimento lavorativo delle persone e a innalzare le competenze per sostenere la crescita del reddito e abbattere le disuguaglianze, ci rende orgogliosi del percorso fin qui attuato”. Lo ha detto il Presidente della Regione Christian Solinas commentando la classifica pubblicata dal quotidiano economico che vede la Sardegna tra le regioni virtuose.

“La Regione – ha proseguito il Presidente Solinas - ha avviato anche nell’ambito delle politiche attive quella stagione delle riforme necessaria per combattere gli effetti della crisi e affrontare, al contempo, in maniera efficace e incisiva quei fattori di ostacolo allo sviluppo occupazionale della Sardegna”, ha spiegato sempre il Presidente rimarcando la volontà della Regione di proseguire nell’importante azione di contrasto alle diseguaglianze. Secondo l’ultimo report dell’Anpal aggiornato a ottobre 2022, a livello nazionale, sono 326 mila i partecipanti al Programma GOL presi in carico dai Centri per l’Impiego. Circa ventimila le persone prese in carico dai Centri per l’impiego dell’isola.

“La Regione è impegnata nell’ambizioso programma finalizzato a rendere sempre più moderno ed efficiente il mercato del lavoro in Sardegna e a cogliere le sfide che arriveranno anche a livello normativo (nazionale ed europeo) promuovendo una buona gestione delle politiche attive del lavoro e della formazione – spiega l’Assessore del Lavoro, Alessandra Zedda – Attraverso il programma GOL, che ci ha visti raggiungere con anticipo e prime fra le regioni il target fissato dal PNRR, accompagniamo i lavoratori in un percorso di potenziamento delle proprie competenze favorendo l’ingresso e o il reinserimento nel mercato del lavoro e sostenendo chi ha perso il lavoro e chi vive in una condizione di incertezza e precarietà”, ha concluso l’esponente della Giunta Solinas.

Il programma GOL, con un orizzonte temporale che va dal 2021 al 2025, si inserisce nell’obiettivo generale della Missione 5 del PNRR che è quello di garantire un nuovo futuro per tutti i cittadini, da costruire attraverso l’innovazione del mercato del lavoro, facilitando la partecipazione, migliorando la formazione e le politiche attive, eliminando le disuguaglianze sociali, economiche e territoriali, sostenendo l’imprenditorialità femminile. Nell’ambito della Missione 5, la componente 1 ‘Politiche per il lavoro’ mira ad accompagnare la trasformazione del mercato del lavoro con adeguati strumenti che facilitino le transizioni occupazionali; a migliorare l’occupabilità dei lavoratori; ad innalzare il livello delle tutele attraverso la formazione.