Prova la versione BETA del sito e invia la tua opinione
Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Formazione professionale: accordo tra Giunta, Enti e Sindacati

06.07.06 - comunicati stampa - anno 2006
Un accordo sulle modalità di accesso agli incentivi per la cancellazione dall'Albo della legge 42 del 1989 con gli effetti di un contratto integrativo regionale sottoscritto da Cgil, Cisl e Uil, dal Cesfop, dall'Afpal dall'Exfor, dall'Iriapa, dall'Uniform, dall'Esen e siglato per presa d'atto dall'assessore regionale del Lavoro Maddalena Salerno: è questo il risultato del lungo incontro che si è svolto nella serata di ieri nella sede dell'Assessorato in via XXVIII febbraio e che può essere considerato come una vera propria svolta nel settore della Formazione professionale in Sardegna. La mediazione dell'esponente della Giunta regionale ha infatti consentito di riaprire il dialogo a lungo interrotto tra Enti e Sindacati sino a giungere all'intesa. All'accordo ha aderito anche il sindacato Snals.
"Con l'accordo di oggi – sottolinea l'assessore Salerno - è stato costruito un percorso condiviso tra enti, Regione e Sindacati, con tutte le garanzie a tutela dei dipendenti interessati, che avranno la possibilità di effettuare una scelta consapevole" .
"La domanda di cancellazione dall'Albo – è spiegato infatti nel contratto integrativo – e di risoluzione del rapporto di lavoro dell'Ente sono inscindibilmente connesse. Esse sono revocabili senza condizioni e conseguenze (per quei lavoratori che non hanno maturato i requisiti per la pensione, n.d.r) entro 30 giorni dall'avvenuta notifica al lavoratore della tabella con prospetto analitico da parte della Regione, qualora non si intenda accettare l'offerta di incentivazione alla cancellazione dall'Albo". "La risoluzione del rapporto di lavoro – si può leggere nell'accordo – avviene al momento dell'accettazione della tabella (…). E' fatto salvo sino a quella data ogni diritto contrattuale e disposto normativo a favore del lavoratore"
" Ad oggi - ha spiegato l'assessore Salerno – sono pervenute circa 220 domande di cancellazione dall'Albo, in linea con le nostre aspettative. Occorre in ogni caso precisare che non c'è stato nessun taglio al settore – ha detto l'esponente dell'Esecutivo – , sono state anzi affidate attività per 121 milioni di euro con una forte azione che tende alla riqualificazione dell'intero sistema della Formazione professionale in Sardegna".

Verbale dell'accordo