Prova la versione BETA del sito e invia la tua opinione
Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Nuovi criteri per i contributi alle scuole dell'infanzia non statali

Individuati i nuovi criteri per la richiesta e la rendicontazione dei contributi alle scuole dell'infanzia non statali per fronteggiare i crescenti oneri di gestione, previsti dalla finanziaria regionale 2009 all'art. 3, comma 17. L'Assessorato della Pubblica istruzione ha reso disponibile la modulistica.
scuole
CAGLIARI, 23 SETTEMBRE 2009 - L'Assessorato regionale della Pubblica istruzione ha reso disponibile la modulistica per la richiesta dei contributi alle scuole dell'infanzia non statali per fronteggiare i crescenti oneri di gestione.

Sulla base dei nuovi criteri approvati dalla Giunta regionale sono destinatarie dell'intervento le scuole dell'infanzia non statali che:

a) abbiano funzionato almeno per tutto il precedente anno scolastico;
b) accolgano minori che abbiano compiuto i tre anni di età o li compiano entro la data stabilita dal Ministero dell'Istruzione, università e ricerca scientifica per l'anno scolastico di riferimento e non abbiano ancora raggiunto l'età per l'iscrizione alla scuola primaria;
c) abbiano il riconoscimento di "scuola paritaria" da parte del Miur;
d) attuino programmi secondo quanto previsto dalle norme sulla scuola dell'infanzia;
e) operino nel rispetto delle norme in vigore sull'autonomia scolastica e garantiscano la partecipazione democratica a genitori e insegnanti;
f) garantiscano il funzionamento per la durata dell'anno scolastico e orario di apertura giornaliera non inferiore a quello delle scuole dell’infanzia statali;
g) dispongano nel proprio organico di insegnanti in possesso di titolo specifico;
h) operino, per l'attuazione dei servizi di trasporto, mensa, acquisto materiale didattico, ludico e delle relative attrezzature nel rispetto dei criteri in vigore, approvati dalla Giunta regionale con delibera n. 5/6 del 3/02/2000;
i) funzionino con sezioni aventi un numero di alunni non inferiore a 15 e non superiore a 25. Per le sezioni frequentate da minori portatori di gravi disabilità, certificati dalle competenti autorità sanitarie secondo le modalità previste dalla normativa sul sistema pubblico dell’istruzione, il numero degli alunni potrà essere contenuto entro un minimo di 10 e un massimo di 20 in relazione anche alla gravità della disabilità.

Sono ammesse deroghe da parte dell'Assessorato al superamento:
1) del limite massimo (25 alunni) qualora sia accertata l'impossibilità di costituire un'altra sezione: il limite non superabile in ogni caso è di 30 alunni per sezione.
2) del limite minimo di 10 alunni per scuola, con unica sezione, ubicate in località prive di altre scuole dell'infanzia statali e non statali.

Le domande di contributo potranno essere presentate entro 20 giorni dalla pubblicazione della delibera di approvazione dei nuovi criteri nel Bollettino ufficiale della Regione Sardegna, prevista per il 2 ottobre 2009.

Le risorse stanziate dalla finanziaria 2009 per l'intervento ammontano a 22 milioni di euro.

Consulta i documenti
Consulta il procedimento