Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Fondo Regionale di Finanza Inclusiva, rettificato l'avviso

30.09.19 - FSE 2014-20risorse finanziarie
Il Centro regionale di Programmazione ha modificato i termini di presentazione delle domande di accesso al Fondo Regionale di Finanza Inclusiva (avviso III istanza), che potranno essere presentate a partire dalle ore 17 del 4 ottobre 2019 fino al 31 dicembre 2022, fino a esaurimento delle risorse a disposizione.

Si ricorda che il Fondo è destinato ad agevolare l’accesso al credito da parte dei soggetti svantaggiati, con difficoltà di accesso al credito e a rischio di esclusione finanziaria. Il Fondo opera attraverso la concessione di una garanzia, sotto forma di controgaranzia o garanzia diretta, in favore delle imprese e degli operatori economici, e interviene in particolare al fine di superare le problematiche costituite dalla difficoltà per i beneficiari dei contributi o finanziamenti pubblici di poter accedere alle garanzie fideiussorie richieste dalla Pubblica Amministrazione per l’erogazione di anticipi e, più in generale, dall’impossibilità per il tradizionale mercato del credito e delle garanzie di supportare soggetti svantaggiati, con difficoltà di accesso al credito e a rischio di esclusione finanziaria.

Possono presentare domanda di accesso al Fondo come soggetti garanti o soggetti finanziatori di un'iniziativa imprenditoriale:
- le Banche iscritte all’albo di cui all’art. 13 del Decreto Legislativo 1 settembre 1993, n. 385;
- le imprese di assicurazione indicate nella Legge 348 del 10/06/1982 aventi sede legale in Italia e iscritte nell’elenco delle imprese autorizzate all’esercizio del ramo cauzioni presso l’IVAAS;
- gli intermediari finanziari iscritti all’Albo unico degli Intermediari finanziari ex art. 106 del D.Lgs. n°385/93 (TUB);
- I Confidi ex art. 155, comma 4, TUB iscritti nell’apposita sezione speciale prevista dall'art. 112 del Testo Unico Bancario.

Possono beneficiare dell’intervento del Fondo:
a) soggetti, siano essi un’impresa, un’agenzia formativa, una cooperativa sociale, un’organizzazione del terzo settore, FLAG o GAL, con difficoltà di accesso al credito e a rischio di esclusione finanziaria, beneficiari di “contributi o finanziamenti pubblici” e incentivi alle assunzioni previsti dal programma LavoRAS, per la cui erogazione, a qualsiasi titolo, è richiesta da parte dell’Amministrazione Pubblica la presentazione di una polizza fideiussoria o fideiussione bancaria;
b) soggetti, con difficoltà di accesso al credito, che desiderino avviare un’attività imprenditoriale non supportata finanziariamente da un intervento agevolativo pubblico. In tal caso si potrà intervenire su operazioni finanziarie di importo non inferiore a euro 5.000 e non superiore a euro 100.000 e di durata non superiore a 60 mesi.

La stampa della domanda, sottoscritta dal titolare o dal legale rappresentante, completa della documentazione obbligatoria indicata in calce al modulo di domanda, deve essere inviata alla Sfirs S.p.A., esclusivamente tramite raccomandata, posta celere con avviso di ricevimento o posta certificata al seguente indirizzo:
Fondo Regionale di Finanza Inclusiva c/o Sfirs S.p.A. Via Santa Margherita, 4 - 09124 Cagliari
Pec: fondoinclusione.sfirs@legalmail.it

Consulta i documenti

Informazione a cura dell'Urp della Presidenza

Ultimo aggiornamento: 30.09.19