Prova la versione BETA del sito e invia la tua opinione
Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Fase2 Sardegna

Vademecum Ordinanza n. 23 del 17 maggio 2020

> Misure a sostegno delle famiglie

  • Si può viaggiare da e per la Sardegna se provvisti di autorizzazione del Presidente della Regione richiesta con la compilazione dell’apposito modulo on line sul sito www.regione.sardegna.it.
    E’ riaperta l’aviazione generale.

  • Sono obbligatorie in tutti i locali aperti al pubblico e nei luoghi all’aperto quando non è possibile mantenere la distanza di almeno un metro.

  • Sono riaperti musei e luoghi di cultura nel rispetto delle regole di sicurezza e prevenzione contenute nelle linee guida allegate al DPCM 17 maggio.

  • Sono riaperti musei e luoghi di cultura nel rispetto delle regole di sicurezza e prevenzione contenute nelle linee guida allegate al DPCM 17 maggio.

  • È possibile svolgere attività motoria all’aperto, quali passeggiate, corse a piedi e in bicicletta, ma osservando la distanza interpersonale di almeno due metri.

  • È possibile praticare sport all’aria aperta nell’ambito dei centri sportivi. Gli atleti, professionisti e non, di discipline sportive riconosciute, possono allenarsi. È consentita la pesca e gli sport individuali in spiaggia o in acqua, nel rispetto del distanziamento. Sono vietate le attività che creano assembramenti.

  • I minori e i disabili possono svolgere attività motoria, ludico-ricreativa e culturale, se accompagnati da un familiare convivente o responsabile.
    Sono favorite le occasioni di socialità purché venga garantita una interazione sicura, sotto il profilo igienico e del distanziamento sociale.

  • Sono riaperti i bar e i ristoranti per il consumo di bevande e alimenti sul posto, in osservanza delle misure di sicurezza e prevenzione stabilite dalle linee guida allegate al DPCM 17 maggio, e nel rispetto del distanziamento sociale e del divieto di assembramento.

  • È consentita la vendita di alimenti e bevande da asporto, su ordinazione e con consegna al cliente. Sono vietati gli assembramenti all'esterno e va garantito l’accesso dilazionato ai locali con mascherina e guanti.

  • Sono riaperti gli esercizi commerciali al dettaglio, il commercio su aree pubbliche come mercati rionali, chioschi, mercatini, fiere di artigiani e hobbisti, nel rispetto delle misure di prevenzione e sicurezza.

  • L’accesso agli esercizi commerciali deve avvenire in modo dilazionato, consentendo l’ingresso di un numero di persone per volta non superiore al doppio delle casse aperte, ed è obbligatorio indossare la mascherina.
    All’ingresso e nelle casse vengono messe a disposizione dei clienti soluzioni idroalcoliche.

  • Si possono raggiungere le seconde case oltre che per le attività di manutenzione anche per soggiornarvi.

  • Devono essere garantiti servizi tra cui: spazi di entrata e uscita possibilmente separati; pulizia e sanificazione; disponibilità di presidi igienizzanti; schermi in plexiglas alla cassa (o operatori con mascherine e guanti); pagamenti elettronici;
    Misure in spiaggia: 1 metro di distanza fisica negli spazi comuni, 10 m2 per ogni ombrellone, 1,5 m per lettini.

  • Sono riaperte le strutture ricettive alberghiere, le strutture all’aria aperta e gli alloggi in agriturismo.
    Sono riaperte anche le strutture di balneazione.

  • È possibile svolgere le attività di manutenzione delle imbarcazioni e le attività di cantieristica nautica.
    Si raccomanda l’adozione delle misure precauzionali e di sanificazione previste nei luoghi di lavoro e nel contatto con i clienti.

  • È permessa la creazione e manutenzione delle aree verdi pubbliche e private, insieme alle attività antincendio.
    È consentita la tosatura degli ovini, la produzione agricola per autoconsumo, anche hobbistica, la raccolta del foraggio, l’estrazione del sughero, la raccolta della legna, di funghi, erbe e simili. Si raccomanda la pulizia delle attrezzature, e di evitare l’uso promiscuo di macchinari.

1-18 di 20