Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


3. Misure specifiche

Sono consentiti nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali (articolo 12, D.L. 65/2021).
Sono consentite sia al chiuso che all’aperto con l’ausilio di operatori e con l’obbligo di adottare gli appositi protocolli di sicurezza.
È consentito svolgere attività sportive sia al chiuso che all’aperto, nel rispetto della distanza di sicurezza di almeno un metro.
Sono consentite le attività di palestre e piscine e centri natatori sia all'aperto che al chiuso.
Le piscine e i centri natatori al chiuso devono rispettare un numero di presenze contemporanee non superiore ad una persona ogni 40 metri cubi d’aria ed un tasso di ricambio dell’aria non inferiore a 0,6. Non si calcolano i soggetti che dimostrino con il relativo certificato di:
1. aver completato il ciclo di vaccinazione (doppia inoculazione per vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca, unica inoculazione per Janssen);
2. di aver superato l’infezione da Sars-CoV2 da non oltre sei mesi;
3. di avere l’esito negativo di un tampone molecolare e/o antigenico rapido per Sars-CoV2, effettuato da non oltre 48 ore.

1. Competizioni ed eventi:
Sono consentite le competizioni sportive.
Sono consentite le attività dei centri benessere e termali, nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali (articolo 12, D.L. 65/2021) , con un numero di presenze contemporanee non superiore ad una persona ogni 40 metri cubi d’aria ed un tasso di ricambio dell’aria non inferiore a 0,6. Non si calcolano i soggetti che dimostrino con il relativo certificato di:

1. aver completato il ciclo di vaccinazione (doppia inoculazione per vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca, unica inoculazione per Janssen);

2. di aver superato l’infezione da Sars-CoV2 da non oltre sei mesi;

3. di avere l’esito negativo di un tampone molecolare e/o antigenico rapido per Sars-CoV2, effettuato da non oltre 48 ore.
Gli esercizi commerciali all’interno dei mercati e dei centri commerciali sono aperti anche nei fine settimana nel rispetto delle misure di sicurezza
Devono svolgersi nel rispetto delle linee guida vigenti.
Sono consentite le feste private anche conseguenti alle cerimonie civili e/o religiose all’aperto e al chiuso, nel rispetto delle nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali (articolo 12, D.L. 65/2021).
Al chiuso deve essere rispettato il limite di un numero di presenze contemporanee non superiore ad una persona ogni 20 metri cubi d’aria ed un tasso di ricambio dell’aria non inferiore a 0,5. Non si calcolano i soggetti che dimostrino con il relativo certificato di:
1. aver completato il ciclo di vaccinazione (doppia inoculazione per vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca, unica inoculazione per Janssen);
2. di aver superato l’infezione da Sars-CoV2 da non oltre sei mesi;
3. di avere l’esito negativo di un tampone molecolare e/o antigenico rapido per Sars-CoV2, effettuato da non oltre 48 ore.
I corsi di formazione sono ammessi nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali (articolo 12, D.L. 65/2021).
Il consumo al tavolo è consentito sia all'aperto che al chiuso senza limiti di orario e nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali (articolo 12, D.L. 65/2021).
Le attività di bar e ristoranti al chiuso devono garantire il limite di presenze contemporanee non superiore ad una persona ogni 20 metri cubi d’aria ed un tasso di ricambio dell’aria non inferiore a 0,5. Non si calcolano i soggetti che dimostrino con il relativo certificato di:
1. aver completato il ciclo di vaccinazione (doppia inoculazione per vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca, unica inoculazione per Janssen);
2. di aver superato l’infezione da Sars-CoV2 da non oltre sei mesi;
3. di avere l’esito negativo di un tampone molecolare e/o antigenico rapido per Sars-CoV2, effettuato da non oltre 48 ore.
Sono consentite nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali (articolo 12, D.L. 65/2021).
Sono consentite nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali (articolo 12, D.L. 65/2021).
Possono essere usate sia mascherine monouso che lavabili, anche autoprodotte, purché siano in materiale multistrato idoneo a consentire un’adeguata protezione e, al contempo, garantiscano confort e respirabilità.
È fatto obbligo di avere sempre con sé le mascherine.
Devono essere indossate sempre:
- nei luoghi chiusi diversi dalle abitazioni private;
- nei luoghi all’aperto, salvo che sia possibile mantenere continuativamente la distanza di sicurezza da persone non conviventi;
Nelle case private sono comunque raccomandate in presenza di persone non conviventi;
Sono esclusi:
- Bambini sotto i 6 anni;
- Chi fa attività sportiva;
- Soggetti con patologie e/o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina.
Sono aperti a condizione che si garantiscano modalità di ingresso contingentata o, comunque, idonea a consentire che i visitatori mantengano tra loro un metro di distanza. Per gli istituti che nell’anno 2019 hanno registrato un numero di visitatori superiore al milione l’ingresso nei fine settimana è consentito solo se prenotato on-line o telefonicamente.
L’ingresso è condizionato al rispetto del divieto di assembramento e del mantenimento della distanza di sicurezza di almeno un metro.
Sono consentite le attività dei parchi tematici e di divertimento anche temporanei.
Sono aperte a condizione che si garantiscano modalità di ingresso contingentata o, comunque, idonea a consentire che i visitatori mantengano tra loro un metro di distanza. La capienza consentita non può essere superiore al 50% di quella massima autorizzata e il numero massimo di persone presenti non può essere superiore a 1.000 nei locali all’aperto e 500 in quelli al chiuso. Qualora all’interno dei locali vi sia il servizio di ristorazione e bar, il consumo al tavolo è consentito sia all'aperto che al chiuso senza limiti di orario e nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali (articolo 12, D.L. 65/2021).

Le attività di bar e ristoranti al chiuso devono garantire il limite di presenze contemporanee non superiore ad una persona ogni 20 metri cubi d’aria ed un tasso di ricambio dell’aria non inferiore a 0,5. Non si calcolano i soggetti che dimostrino con il relativo certificato di:

1. aver completato il ciclo di vaccinazione (doppia inoculazione per vaccini Pfizer, Moderna e AstraZeneca, unica inoculazione per Janssen);

2. di aver superato l’infezione da Sars-CoV2 da non oltre sei mesi;

3. di avere l’esito negativo di un tampone molecolare e/o antigenico rapido per Sars-CoV2, effettuato da non oltre 48 ore.
Sono consentite nel rispetto delle linee guida per la riapertura delle attività economiche e sociali (articolo 12, D.L. 65/2021).
È garantita la didattica in presenza negli asili nido, nelle scuole dell’infanzia, nella scuola primaria e nella scuola primaria di secondo grado (scuola media).
Le attività didattiche del della scuola secondaria di secondo grado (licei, istituti tecnici etc.) si svolgono per almeno il 50% in modalità a distanza. Resta sempre garantita la possibilità di svolgere attività in presenza qualora sia necessario l’uso di laboratori o per mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali, garantendo comunque il collegamento telematico con gli alunni della classe che sono in didattica digitale integrata.
Sono aperte qualora siano in grado di far rispettare il mantenimento del distanziamento sociale e nel rispetto degli appositi protocolli di sicurezza.
La capienza massima è del 50%
Consulta anche