Logo Regione Sardegna

Finanziaria, 4,5 milioni per gli 'assuntori'. Il Presidente Solinas: "Dopo 10 anni di attesa, finalmente una certezza per 100 lavoratori precari"


“Davanti alla grave situazione che da oltre 10 anni interessa questa categoria, dice il Presidente della Regione Christian Solinas, la politica, responsabilmente, ha dato prova di serietà, mettendo al centro i diritti dei lavoratori, anche quelli di una categoria trascurata, e che oggi, dice il Presidente, può guardare al futuro con maggiore serenità. Oggi cento famiglie possono finalmente tirare un sospiro di sollievo”, ha concluso il Presidente Solinas.

Cagliari, 25 febbraio 2022 - Massima attenzione, nella Finanziaria, anche per categorie di lavoratori troppo a lungo esclusi da ogni misura di tutela in ambito lavorativo. Questa Finanziaria guarda anche ai lavoratori più deboli, oltre che alle famiglie e alle imprese, e comprende tra le misure di sostegno anche lo strumento finanziario per la stabilizzazione degli “assuntori”, lavoratori dei passaggi a livello delle tratte ferroviarie a scartamento ridotto gestite dall’Arst. “Davanti alla grave situazione che da oltre 10 anni interessa questa categoria, dice il Presidente della Regione Christian Solinas, la politica, responsabilmente, ha dato prova di serietà, mettendo al centro i diritti dei lavoratori, anche quelli di una categoria trascurata, e che oggi, dice il Presidente, può guardare al futuro con maggiore serenità. Oggi cento famiglie possono finalmente tirare un sospiro di sollievo”, ha concluso il Presidente Solinas.

Con 1 milione e mezzo di euro l’anno (4,5 milioni nel triennio) si è infatti provveduto a creare la dotazione finanziaria per la stabilizzazione degli Assuntori impiegati nei passaggi a livello per far transitare in sicurezza i treni. La Regione è intervenuta con determinazione per sanare una situazione di grave squilibrio, dando un contributo concreto alla prosecuzione dell’attività di 100 lavoratori che nonostante una legge approvata dal Consiglio regionale nel 2018 per l’assorbimento in Arst, ancora oggi in virtù di un contatto ibrido lavorano senza diritti minimi (maternità, congedi parentali, Naspi) e con compensi che non superano i 600 euro mensili.

Ultimo aggiornamento: 25.02.22

© 2022 Regione Autonoma della Sardegna