Logo Regione Sardegna

Ambiente, la Sardegna in linea con gli obiettivi del Green Deal europeo per il 21-27. Il Presidente Solinas: “Lavoriamo per una Sardegna sempre più Green. Fondamentale centrare gli obiettivi di sviluppo sostenibile”


Dopo un giudizio preliminare positivo sul Programma Regionale FESR 2021-2027, prosegue l’iter di analisi della Commissione europea.

Cagliari, 25 giugno 2022 – La Sardegna è in linea con i nuovi obiettivi strategici sanciti dal Green Deal europeo che prevede una serie di misure per rendere più sostenibili e meno dannosi per l’ambiente la produzione di energia e lo stile di vita dei cittadini. Dopo un giudizio preliminare positivo sul Programma Regionale FESR 2021-2027, prosegue l’iter di analisi della Commissione europea. I servizi della Commissione hanno rilevato come le risorse mobilitate dalla Regione per azioni a contrasto degli effetti del cambiamento climatico siano ben superiori a quelle minime previste dai vincoli regolamentari. L’85% degli interventi previsti nella programmazione 21-27 è infatti già indirizzato verso gli obiettivi Green Deal 2030, che punta ad azzerare le emissioni di gas serra e spezzare il legame tra crescita e utilizzo delle risorse naturali per agganciare, al contrario, la crescita a piani di sviluppo sostenibile. Valutazione positiva è stata espressa anche per le misure a tutela della biodiversità.

“La questione ambientale, unitamente alla questione tecnologica e a quella demografica, rappresentano oggi il cuore del problema e la cornice entro al quale come Regione abbiamo inteso e intendiamo agire per costruire una strategia per il futuro”, spiega il Presidente della Regione, Christian Solinas. “La necessità di far fronte ai cambiamenti climatici – prosegue il Presidente - unita all’esigenza di tutelare i territori con azioni preventive di messa in sicurezza e con altre misure tese a preservare le risorse naturali e le ricchezze paesaggistiche della Sardegna non solo impongono di seguire linee di indirizzo precise ma sono alla base della strategia di sviluppo messa in campo dalla Regione e apprezzata dall’Europa perché in linea con gli obiettivi di sviluppo sostenibile”, ha concluso il Presidente Solinas.

Sostenibilità ed equità sono proprio i pilastri su cui, secondo l’Assessore del Bilancio e della programmazione, Giuseppe Fasolino, sono costruiti i programmi di sviluppo della Sardegna e le iniziative che hanno caratterizzato atti e provvedimenti della Regione fin dall’avvio della Legislatura.

“Il Governo regionale – spiega l’Assessore - ha puntato in particolar modo sulla transizione verde e digitale e sulla competitività intelligente, con politiche tese ad assicurare una crescita economica inclusiva e un lavoro dignitoso per tutti, salvaguardando l'ambiente e la biodiversità. Queste strategie, declinate secondo ambiti tematici e tenendo conto delle specifiche esigenze territoriali, rivestono un ruolo cruciale per lo sviluppo futuro della nostra Isola e rappresentano il cuore della strategia di sviluppo messa in campo dalla Regione per consegnare alle future generazioni una Sardegna migliore”.

Ultimo aggiornamento: 25.06.22

© 2022 Regione Autonoma della Sardegna