Logo Regione Sardegna

Educazione all’ambiente, 19 Comuni ammessi al bando regionale da 300mila euro. L'Assessore Lampis: "Promuovere la conoscenza per creare nuovi modelli di sviluppo sostenibile"


“Con questa importante iniziativa la Regione rafforza l’impegno sul tema della sostenibilità e della tutela dell’ambiente – spiega l’Assessore della Difesa dell’Ambiente, Gianni Lampis, - Promuovendo i progetti di educazione allo sviluppo sostenibile e agli stili di vita sostenibili cerchiamo di veicolare l’importanza di creare un mondo più sostenibile, accrescendo la conoscenza, l’educazione e i valori che ruotano attorno alle tematiche ambientali anche e soprattutto tra le nuove generazioni”.

Cagliari, 13 agosto 2022 - Sono 19 le domande ritenute ammissibili al finanziamento di progetti di educazione allo sviluppo sostenibile per l’annualità 2022. Si tratta del bando destinato agli Enti pubblici titolari di un Centro di Educazione all'Ambiente e alla Sostenibilità, CEAS, non accreditato, per un importo complessivo di 300mila euro.
“Con questa importante iniziativa la Regione rafforza l’impegno sul tema della sostenibilità e della tutela dell’ambiente – spiega l’Assessore della Difesa dell’Ambiente, Gianni Lampis, - Promuovendo i progetti di educazione allo sviluppo sostenibile e agli stili di vita sostenibili cerchiamo di veicolare l’importanza di creare un mondo più sostenibile, accrescendo la conoscenza, l’educazione e i valori che ruotano attorno alle tematiche ambientali anche e soprattutto tra le nuove generazioni”.
Sono stati ammessi al finanziamento di 15mila euro ciascuno i Comuni di Santu Lussurgiu, Sant'Antioco, Onanì, Siddi, Lodè, Gadoni, Oristano, Orune, San Vero Milis, Elini, Urzulei, Genoni, Osidda, Bitti, Torpè, Vallermosa, Tempio Pausania, Sardara e Baunei.
“Riteniamo fondamentale educare i nostri giovani affinché cresca e si rafforzi la cultura della tutela dell’ambiente e delle ricchezze naturali e paesaggistiche di cui la nostra Isola dispone – ha proseguito l’Assessore Lampis – perché è solo partendo dal rispetto dell’ambiente che possiamo porre le basi per nuovi modelli di sviluppo sostenibili”.

Ultimo aggiornamento: 13.08.22

© 2022 Regione Autonoma della Sardegna