Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Direzione generale enti locali e finanze

Viale Trieste, 186 - 09123 Cagliari

Direttore Generale
Antonio Giovanni Zanda
consulta il curriculum
linea diretta 070 606 4036
fax 070/6064179

La Direzione generale ha competenze in:
• materia di ordinamento Enti Locali, Unioni di Comuni, ambiti territoriali ottimali, scioglimento degli organi degli enti locali e nomina dei commissari straordinari.
• gestisce la L.R. 16/2010 relativa al Patto di stabilità territoriale;
• ha competenza in materia di polizia locale, urbana e rurale;
• gestisce il fondo unico per il finanziamento del sistema delle Autonomie locali;
• programma le attività di formazione, consulenza e assistenza a favore degli Enti Locali;
• provvede alla pubblicazione 'Sardegna Autonomie Locali';
• svolge, inoltre, le funzioni relative alla gestione, vigilanza e coordinamento generale del demanio regionale e del demanio marittimo;
• gestisce il patrimonio immobiliare di proprietà regionale, programmandone la valorizzazione o la dismissione;
• cura l'acquisizione di beni immobili occorrenti agli uffici regionali.
• tramite l'Ufficiale rogante riceve gli atti di competenza della Direzione che vengono stipulati sotto la forma pubblica amministrativa, provvedendo ai relativi adempimenti amministrativi, tributari e fiscali;
• cura la manutenzione ordinaria e straordinaria dei beni immobili e degli impianti tecnologici degli uffici regionali e degli immobili di proprietà della Regione;
• si occupa della organizzazione logistica degli uffici regionali;
• acquisisce in locazione immobili da destinare ad uffici dell’Amministrazione e gestisce tutte le utenze pubbliche necessarie al funzionamento degli uffici regionali;
• provvede all'acquisizione, conservazione, distribuzione e manutenzione ordinaria e straordinaria dei beni mobili occorrenti al funzionamento degli uffici regionali; all'acquisizione dei servizi, di sistemi informativi e di telecomunicazioni per il funzionamento degli uffici regionali;
• cura la tenuta dell'inventario dei beni mobili della Regione;
• redige i conti del patrimonio immobiliare e mobiliare e svolge attività di ricognizione delle partecipazioni regionali;
• proposte di Bilancio, norme finanziarie, variazioni di bilancio e gestione residui; inclusa la redazione dello stato patrimoniale
• svolge un’attività di promozione nei confronti degli enti locali coinvolgendoli in qualità di partner attuatori in progetti a livello comunitario