Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Servizio tutela della natura e politiche forestali (TNPF)

Via Roma, 80 - 09123 Cagliari
Tel. 070/6066818 Fax 070/6062765
CUF: 199I2D

Direttore di servizio: Giuliano Patteri
consulta il curriculum

difesa.ambiente@pec.regione.sardegna.it

Compiti
• Attuazione delle Direttive Ce ''Habitat'' 92/43 e ''Uccelli'' 147/2009 e della Strategia Nazionale per la Biodiversità, inclusa la Tutela, la conservazione ed il monitoraggio degli habitat, della flora e della
fauna.
• Piani di gestione e misure di conservazione di specie ed habitat di importanza comunitaria, nell’ambito dei siti della Rete Natura (SIC, ZSC, ZPS).
• Contrasto alla diffusione delle specie esotiche invasive, in riferimento agli adempimenti previsti dal D.Lgs 230/2017, in attuazione del Reg. (UE) n. 1143/2014.
• Adempimenti di competenza delle Regioni previste dalla L.394/91 nelle procedure di istituzione e gestione delle Aree Protette Nazionali (Parchi nazionali e Aree Marine Protette).
• Istituzione di Aree Protette Regionali (Parchi, Monumenti naturali, Aree di rilevante interesse naturalistico) ai sensi della L.R. 31/89, e relativa attività di supporto amministrativo/gestionale.
• Coordinamento della Rete delle Aree Naturali Protette della Regione Sardegna e dei rapporti istituzionali con gli Enti gestori.
• Programmazione e gestione finanziaria di interventi di tutela e valorizzazione presso le aree afferenti alla Rete Ecologica Regionale o di interesse naturalistico, finanziati con risorse comunitarie,
nazionali e regionali, o da specifici accordi di programma.
• Attuazione della legge regionale per la tutela del patrimonio speleologico e delle aree carsiche e per lo sviluppo della speleologia (L.R. 4/2007).
• Gestione e coordinamento della Rete regionale per la conservazione della fauna marina protetta.
• Attuazione della L. 157/1992 e della L.R. 23/1998 relativamente alla tutela, conservazione, protezione e valorizzazione della fauna selvatica e gestione razionale dell’esercizio venatorio.
• Definizione atti di indirizzo e pianificatori in materia venatoria e gestione faunistica.
• Coordinamento delle amministrazioni provinciali e programmazione di finanziamenti per le attività connesse alla gestione faunistico venatoria.
• Gestione delle procedure autorizzative in materia faunistico-venatoria e di gestione della fauna selvatica.
• Istruttoria preliminare dei sinistri automobilistici che coinvolgono la fauna selvatica.
• Definizione delle linee guida e approvazione dei pianti provinciali relativi alla pianificazione per il controllo delle popolazioni di fauna selvatica.
• Predisposizione report di monitoraggio relativi alla fauna selvatica ed alla biodiversità, trasmessi periodicamente al MATTM e ISPRA.
• Recepimento ed attuazione delle norme in materia forestale: L.R. 8/2016, D.Lgs 34/2018 e successivi Decreti attuativi.
• Coordinamento, gestione e attuazione del Piano forestale Regionale.
• Attuazione del D. Lgs. 386/2003, in recepimento della Direttiva comunitaria 105/99 sui materiali di propagazione forestale;
• Gestione tecnico-amministrativa e rendicontazione Programma “Azione Bosco” - L.R. 11 maggio 2006 n. 4 art. 27 c. 5. Verifiche tecniche dei progetti e monitoraggio contabile e finanziario delle spese
rendicontabili, in relazione a programmazioni di anni precedenti e della L.R. 6 dicembre 2019 n. 20, Art. 3, c. 14.
• Verifica del conseguimento degli indirizzi regionali per l’attività dell’Agenzia Forestas in correlazione con le politiche regionali forestali;
• Pianificazione e programmazione degli interventi di prevenzione, lotta e monitoraggio contro le entomofaune forestali;
• Attuazione della LR 21/99, relativa al trasferimento alle Province delle funzioni in materia di controllo e lotta contro gli insetti nocivi ed i parassiti dell'uomo, degli animali.
• Pianificazione, programmazione e finanziamento degli interventi in materia di difesa delle coste dall'erosione e salvaguardia dei litorali;
• Gestione tecnico-amministrativa, adempimenti e verifiche finanziario-contabili per l’attuazione di Programmi nazionali e comunitari di opere pubbliche assegnate in delega o con atti convenzionali agli
Enti sotto-ordinati, riguardanti interventi di difesa del suolo finalizzati alla messa in sicurezza idrogeologica delle aree a rischio idraulico e di frana, interventi di difesa delle coste con azioni di contrasto
al fenomeno dell’erosione costiera e di salvaguardia dei litorali.
• Programmazione e gestione di progetti comunitari di cooperazione internazionale nelle discipline attinenti.
• Coordinamento tecnico della Commissione Ambiente ed Energia, relativamente alle materie competenti.


Consulta i procedimenti del servizio
I settori del servizio

SETTORE DIFESA DEL SUOLO E DELLE COSTE
Mauro Farris
consulta il curriculum

Tel. 070/6066540 Fax 070/6062765

Contatta il settore

Compiti
Il settore si occupa degli adempimenti tecnici, amministrativi e finanziario-contabili connessi all’attuazione, gestione e rendicontazione dei Programmi di interventi sul territorio di opere pubbliche di difesa del suolo e tutela delle coste - assegnate in delega o con atti convenzionali agli Enti sottoordinati quali beneficiari attuatori di finanziamenti a valere su risorse comunitarie (Programmi Operativi su fondi FESR), statali e regionali - finalizzate alla mitigazione del rischio idrogeologico attraverso la messa in sicurezza idrogeologica delle aree a rischio idraulico e di frana, alla difesa delle coste dall’erosione ed alla salvaguardia dei litorali.

SETTORE FORESTE E BIODIVERSITÀ (FBD)
Elisa Maria Mocci
consulta il curriculum
Tel. 070/6068040 Fax 070/6062765

Contatta il settore

Compiti
Il Settore si occupa di:
• attività tecnico-amministrativa per lo sviluppo di piani e linee programmatiche in materia di difesa delle coste e salvaguardia dei litorali dall'erosione e indirizzi applicativi di gestione costiera integrata;
• gestione e attuazione del Piano Forestale Ambientale Regionale (PFAR 2007), in coordinamento con il Corpo Forestale e di V.A. e l’Ente Foreste della Sardegna, riguardo alla pianificazione forestale, lo sviluppo della cartografia e dell’inventario forestale, il recepimento della Direttiva comunitaria 105/99 sui materiali di propagazione forestale;
• attuazione delle politiche regionali forestali e di tutela del suolo e delle coste dall’erosione, mitigazione dei processi di desertificazione e lotta ai cambiamenti climatici attraverso specifici programmi di intervento attuati dall’Ente Foreste Sardegna, gestione tecnico-amministrativa e verifica rendicontale degli interventi;
• coordinamento del Tavolo tecnico regionale per la difesa fitosanitaria del patrimonio forestale con funzioni di gestione tecnico-amministrativa e finanziamento dei programmi regionali (DGR 18/10 11.05.2010);
• legge regionale 21/99, trasferimento risorse alle Province per controllo e lotta contro gli insetti nocivi e i parassiti dell’uomo degli animali e delle piante.

SETTORE ISTITUTO REGIONALE DELLA FAUNA SELVATICA (IRFS) E ATTIVITÀ VENATORIA
Andrea Murgia
Curriculum: -
Tel. 070/6066662 Fax 070/6062765

Contatta il settore

Compiti
Compete al Settore l'attività di pianificazione, gestione e conservazione della fauna selvatica nochè degli habitat previsti dall'art.9 della Legge regionale 23/98 (IRFS), la programmazione, l'autorizzazione dell'attività venatoria, il coordinamento delle attività del Comitato regionale faunistico, e in generale l'attuazione della legge regionale n.23/98.

SETTORE RETE ECOLOGICA REGIONALE (RER)
Silvia Serra
consulta il curriculum
Tel. 070/6065089 Fax 070/6062765

Contatta il settore

Compiti
Il Settore si occupa di:
• Attuazione delle Direttive Ce ''Habitat'' 92/43 e ''Uccelli'' 147/2009 e della Strategia Nazionale per la biodiversità, inclusa la tutela, la conservazione ed il monitoraggio degli habitat, della flora e della fauna.
• Programmazione e gestione finanziaria di interventi di tutela e valorizzazione presso le aree afferenti alla rete ecologica regionale o di interesse naturalistico, finanziati con risorse comunitarie, nazionali e regionali, o da specifici accordi di programma.
• Coordinamento della rete delle aree naturali protette della Regione Sardegna e dei rapporti istituzionali con gli Enti gestori.
• Piani di gestione e misure di conservazione di specie ed habitat di importanza comunitaria, nell’ambito dei siti della Rete Natura 2000 (SIC, ZSC, ZPS).
• Reporting e trasmissione al Ministero della transizione ecologica e alla Commissione europea per il Rapporto Nazionale (Report art.17 e Report art.12 direttiva Habitat).
• Adempimenti di competenza delle Regioni previste dalla L.394/91 nelle procedure di istituzione e gestione delle Aree Protette Nazionali (Parchi nazionali e Aree Marine Protette).
• Istituzione di Aree Protette Regionali (Parchi, Monumenti naturali, Aree di rilevante interesse naturalistico) ai sensi della L.R. 31/89, e relativa attività di supporto amministrativo/gestionale.
• Partecipazione al tavolo tecnico della Rete Escursionistica della Sardegna (RES).
• Partecipazione al tavolo intersettoriale per il contrasto alla diffusione delle specie esotiche invasive, in riferimento agli adempimenti previsti dal D.Lgs 230/2017, in attuazione del Reg. (UE) n. 1143/2014.
• Redazione dei Prioritized Action Framework (PAF) Quadro di azioni prioritarie per la Rete Natura 2000 della Regione Sardegna.
• Partecipazione in partnership o coordinamento di progetti europei di interesse per la rete ecologica regionale (Life, Interreg etc)