Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Protezione Civile, 1,65 milioni al volontariato. Spano: criteri condivisi con la rappresentanza

"I criteri per l'assegnazione delle risorse sono stati definiti dalla Direzione generale della Protezione concordando una serie di aspetti con la Rappresentanza del volontariato, secondo la scelta di condivisione che abbiamo impostato con l'organismo che porta dentro l'istituzione regionale la voce e le idee del generoso mondo dei volontari sardi". Così ha detto l'assessora della Difesa dell'Ambiente Spano.
Protezione civile volontariato
Cagliari, 25 maggio 2018 - Sono di 1,65 milioni i contributi 2018 per le organizzazioni di volontariato di Protezione civile. Li ha deliberati la Giunta, su proposta dell'assessora della Difesa dell'Ambiente Donatella Spano, che spiega: "I criteri per l'assegnazione delle risorse sono stati definiti dalla Direzione generale della Protezione concordando una serie di aspetti con la Rappresentanza del volontariato, secondo la scelta di condivisione che abbiamo impostato con l'organismo che porta dentro l'istituzione regionale la voce e le idee del generoso mondo dei volontari sardi".

I CONTRIBUTI. Degli stanziamenti messi in campo la maggior parte, la cifra di 1,51 milioni di euro, è destinata all’acquisto di mezzi, materiali, attrezzature e/o equipaggiamenti. Il contributo non potrà essere superiore al 90 per cento della richiesta di finanziamento e non oltre i 15 mila euro. Altri 80 mila vanno alle spese di manutenzione di mezzi e delle attrezzature (esclusa l’installazione di nuovi componenti e accessori). In questo caso il contributo sarà erogato in misura non superiore al 90 per cento dell’importo richiesto e, in ogni caso, non superiore a 4 mila euro in caso di quattro o più mezzi da sottoporre a manutenzione. Infine, 60 mila euro sono dedicati al rimborso delle spese del 2017 per assicurazione contro gli infortuni.

LE NOVITÀ. Significativo l’incontro dello scorso aprile con la Rappresentanza regionale del volontariato di protezione civile, l’organismo con funzione consultiva istituito due anni fa con delibera dell’Esecutivo Pigliaru. Tra le principali novità, introdotte sulle proposte del confronto, grazie al fatto che nel triennio sono stati assegnati contributi per l'acquisto di un automezzo a tutte le organizzazioni che ne hanno fatto richiesta, è stato possibile ridurre il massimale per l’acquisto di mezzi, materiali, attrezzature ed equipaggiamenti, da 35 mila a 15 mila euro. Ciò consentirà di ampliare la platea delle Organizzazioni di volontariato che accederanno al contributo e la più ampia acquisizione di altre tipologie di attrezzare utili alle attività di protezione civili. Su espressa richiesta della Rappresentanza, è stata inoltre introdotta una priorità a favore delle associazioni mai finanziate prima per l’acquisto di mezzi, attrezzature ed equipaggiamenti o che non ne abbiano beneficiato di recente.