Vai al contenuto della pagina

Logo Regione Sardegna


Presidenza
Viale Trento,69 - 12°piano Torre

Responsabile:
Dott.ssa Michela Laura Melis
linea diretta 070/6062201
fax 070/6062053
Indirizzo emailpianoanticorruzione@regione.sardegna.it,
Indirizzo emailtrasparenza.anticorruzione@pec.regione.sardegna.it
Indirizzo emailaccessocivico@regione.sardegna.it

    Attività
    Il Responsabile per la trasparenza e la prevenzione della corruzione agisce esclusivamente nell’ambito dell’amministrazione regionale. Ciascuno degli Enti e delle Agenzie facenti parte del Sistema Regione ha, come previsto dalla normativa vigente, il proprio Responsabile per la trasparenza e la prevenzione della corruzione che svolge i compiti ad esso assegnati dalla Legge 190 del 2012 e dal Decreto Legislativo 33 del 2013.I nominativi ed i riferimenti dei Responsabili per la trasparenza e la prevenzione della corruzione degli Enti e delle Agenzie sono reperibili nella sezione Amministrazione Trasparente presente nei siti istituzionali di detti organismi.Con delibera n.21/21 del 12 giugno 2014 è stato individuato dalla Giunta regionale quale Responsabile per la trasparenza e la prevenzione della corruzione dell’amministrazione regionale la Dott.ssa Michela Laura Melis, Direttore generale per la comunicazione. Nella sua duplice funzione il Responsabile: elabora la proposta di Piano Triennale per la prevenzione della corruzione e il Programma triennale per la trasparenza e l’integrità da sottoporre all’organo politico; programma le attività di aggiornamento e formazione del personale in raccordo con i dirigenti delle strutture interessate (art. 1, comma 8 della L. 190/2012); verifica l’efficace attuazione del Piano e la sua idoneità, propone la modifica dello stesso quando sono accertate significative violazioni delle prescrizioni o quando intervengono mutamenti nell’organizzazione o nell’attività dell’Amministrazione (art. 1, comma 10, lett. a della L. 190/2012); verifica con il dirigente competente l’effettiva rotazione degli incarichi negli uffici preposti allo svolgimento di attività nel cui ambito è stato rilevato un alto livello di rischio corruttivo (art. 1, comma 10, lett. b della L. 190/2012); verifica il livello di attuazione del Codice di comportamento del personale della Regione autonoma della Sardegna (art. 54 comma 7 D.Lgs. 165/2001); vigila sull’osservanza delle misure contenute nel Piano triennale per la prevenzione della corruzione; controlla l’adempimento sugli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa vigente; assicura completezza, chiarezza e aggiornamento tempestivo delle informazioni pubblicate; aggiorna il Programma triennale per la trasparenza e l’integrità prevedendo misure di monitoraggio e promozione della trasparenza, in stretto raccordo con le attività ricomprese nel Piano anticorruzione; assicura la regolare attuazione dell’accesso civico.